Sicilia: Pif continua la sua battaglia sui disabili, ‘Non ci dormo la notte’ (2)

39

(AdnKronos) – “Il comitato ‘Siamo Handicappati, non cretini’ ha stilato un programma con punti precisi e io mi limito a fare l’ambasciatore e a portarlo a tutti i candidati”, spiega Pif all’Adnkronos. Alla trasmissione in questi giorni partecipa anche Giovanni Cupidi, un ragazzo tetraplegico che porta avanti la battaglia. “E’ un programma impegnativo per la Sicilia ma normale per un paese civile – aggiunge il regista – Il primo a firmare è stato Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra. Poi gli altri. Abbiamo scritto sul contratto che l’impegno va portato a compimento entro novanta giorni, ma se qualcuno mi dicesse che in 90 giorni non ce la fa lo apprezzerei anche, basta che indichino una data precisa. E questo lo dico a norme mio, personale, non del Comitato. Non vogliamo che un candidato si inventi le cose, ci interessa che le porti a termine”.
Una battaglia, quella sui disabili, che Pif porta avanti dalla scorsa primavera, dopo lo scontro con Crocetta con cui poi c’è stato un chiarimento. “Sono cosi coinvolto emotivamente – dice ancora l’attore – quasi come se la disabilità la vivessi sulla mia pelle. Dopo questa presa di posizione, mi hanno scritto di altri casi e di altre ingiustizie, ma io voglio fare una cosa concreta. Purtroppo non posso sposare tutte le cause. Voglio essere concreto. Per ora mi sto battendo per i disabili in Sicilia”.
Sulle accuse di strumentalizzazioni lanciate da qualcuno, Pif getta acqua sul fuoco: “Se mi criticano un film mi arrabbio e rispondo, ma su questa battaglia sui disabili non accetto provocazioni. Me le faccio scivolare addosso. Non mi sfiora, non esiste, zero. Solo indifferenza”.