Startup: growITup, 100 mln per le imprese digitali italiane (2)

101

(AdnKronos) – Il fondo, nell’arco del suo ciclo di vita stabilito in dieci anni e al raggiungimento del target di raccolta, prevede fra i 10 e i 20 investimenti in round post-seed e fra 7 e 15 investimenti in round A, in media di 4-5 milioni di euro. Le aree di investimento del fondo sono fintech e insurtech, agroalimentare, energia e ambiente, turismo, cultura e intrattenimento, fashion e design e salute e benessere.
Mauro Micillo, responsabile della divisione Corporate and Investment Banking di Intesa Sanpaolo e ad di Banca Imi, ha spiegato l’adesione del gruppo all’iniziativa growITup “nella convinzione che è lo sviluppo di nuove aziende con la creazione di occupazione giovanile a consentire al nostro Paese di recuperare velocemente competitività e tornare a crescere in maniera significativa. Ad un anno dall’inizio delle attività creare un fondo focalizzato su investimenti finalizzati ad accelerare la trasformazione digitale in Italia, dimostra che anche nel nostro Paese è possibile individuare opportunità di finanziamento per le realtà digitali più meritevoli, grazie al continuo dialogo tra partner tecnologici, industriali e finanziari. Puntando in modo particolare su aree di investimento che rappresentano le industrie a maggior tasso di sviluppo del made in Italy.
E per Fabio Gallia, amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, “investire capitali per l’innovazione rappresenta un fattore di competitività per la crescita economica. In Italia è necessario un intervento sistemico per ridurre la distanza dagli altri Paesi in termini di risorse a supporto del venture capital”.