Trapani: blitz antiprostituzione, una donna a capo della banda (2)

29

(AdnKronos) – Il suo ‘vice’ era F.T., marsalese di 61 anni, che durante l’assenza dall’Italia di Hernandez si occupava della gestione delle sistemazioni, del trasporto e delle esigenze particolari delle prostitute. Un’altra figura di spicco, secondo gli investigatori, era Giacalone, che grazie all’intermediazione di M.A.E., brasiliana, 42 anni, reclutava ragazze di nazionalità estera dedite alla prostituzione da sistemare nelle abitazioni nella sua disponibilità. In particolare, gli appartamenti utilizzati dal Giacalone erano stati messi a disposizione da L.P., marsalese di 30 anni, e da T.F., lilybetano, 60 anni, titolare anche di un’agenzia immobiliare di Marsala.
“Giacalone forniva alle giovani ragazze – spiegano gli inquirenti – indicazioni logistiche su come raggiungere Marsala, si recava a prelevarle al loro arrivo e le conduceva presso le abitazioni a loro destinate. Inoltre, procacciava i clienti, suggerendo la somma di denaro da chiedere a fronte della prestazione sessuale fornita, accompagnandole personalmente in caso di prestazioni a domicilio”. Avrebbe anche assicurato alle ragazze una vera e propria ‘protezione’, rendendosi immediatamente reperibile e pronto a intervenire in caso di problemi con i clienti. Inoltre si occupava anche di comprare la droga da un rumeno di 28 anni, D.D.A., da cedere alle stesse ragazze e da utilizzare con i clienti nel corso delle prestazioni sessuali.
Per Giacalone è stata disposta la custodia cautelare in carcere, arresti domiciliari con braccialetto elettronico per la Hernandez. Entrambi devono rispondere di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Per T.F., invece, in attesa del processo, è stata disposta la misura cautelare del divieto di esercitare l’attività imprenditoriale di agente immobiliare per la durata di sei mesi. Gli altri 5 soggetti emersi nel corso dell’indagine dovranno spiegare dinanzi al giudice il loro ruolo nella vicenda. Disposto anche il sequestro preventivo di 8 immobili nella disponibilità degli indagati.