Trapani: coltivava in casa canapa indiana, Carabinieri arrestano lsu

22

Palermo, 10 nov. (AdnKronos) – Un lavoratore socialmente utile, Giovanni Buscemi, di 45 anni, di Campobello di Mazara (Trapani), è stato arrestato perché sorpreso mentre coltivava una piantagione di canapa indiana. L’arresto è avvenuto nell’ambito dei servizi volti al contrasto dell’uso illecito di sostanze stupefacenti. Durante una perquisizione domiciliare presso un immobile ubicato a Campobello, nella disponibilità di Buscemi, è stata rinvenuta, all’interno di una stanza dell’abitazione, una serra dedicata alla coltivazione di canapa indiana su una superficie di circa 40 mq. Il numero delle piante sequestrate ammonta a circa 5, di altezza variabile, fino a 1,75 mt., e in piena fioritura. I successivi approfondimenti, nelle pertinenze dell’immobile, hanno permesso di appurare l’esistenza di impianto di riscaldamento ad alto voltaggio, diverse lampade di potenza pari a 600 W cadauna con relativo trasformatore di potenza, e regolarmente funzionanti al momento del controllo.
Grazie agli accertamenti esperiti con i verificatori dell’enel si è potuto costatare come il Buscemi avesse anche creato un allaccio diretto e abusivo alla rete di distribuzione elettrica per alimentare l’impianto devoluto alla coltivazione della canapa. Sequestrati anche un bilancino di precisione, ottanta grammi di marijuana circa, 35 steli di canapa essiccati.