Come trattare correttamente la psoriasi ungueale

1024

Spesso si crede che la psoriasi sia una malattia in grado di colpire solo le superfici cutanee, quando in realtà non è per nulla così. Anzi: secondo le statistiche, chi soffre di psoriasi tende a manifestarla anche nelle unghie. E questo accade nel 50% dei casi. Inoltre, la psoriasi ungueale è una patologia che sta conoscendo una diffusione sempre più ampia. Sempre stando alle suddette statistiche, infatti, sono circa due milioni gli italiani che soffrono di psoriasi: una patologia che può avere un peso molto forte a livello di auto-stima e di fiducia in se stessi. Inoltre, si stima che l’80% dei pazienti colpiti da artropatia psoriasica soffrano anche di psoriasi alle unghie. In una situazione del genere, è normale pensare immediatamente a come correre ai ripari.

Cos’è la psoriasi delle unghie?
La psoriasi ungueale è un disturbo delle unghie che porta ad una degenerazione del tessuto delle unghie delle mani e dei piedi. Non è assolutamente facile determinarne le cause dato che, differentemente dalla micosi, non è un’infezione veicolata da funghi. Si tratta di una forma patologica che in media colpisce soprattutto i giovani, compresi dai 20 ai 30 anni: non è comunque raro che si possa verificarsi anche in età adulta o nei bambini. Se poi parliamo della forma che colpisce le unghie, le casistiche aumentano: questo perché la patologia trova diverse cause all’attivo, fra le quali il proprio patrimonio genetico. Alcuni individui, infatti, sono maggiormente predisposti verso questa condizione infiammatoria. Non è facile curarla, così come non è facile sopportarla: da un punto di vista estetico, la psoriasi ungueale modifica in modo netto l’aspetto e la conformazione delle unghie, rendendole sgradevoli alla vista.

Psoriasi ungueale: cause e sintomi
Risalire alle cause della psoriasi delle unghie non è semplice, così come non lo è per la psoriasi della pelle o del cuoio capelluto. Molti studiosi pensano che dipenda in gran parte da fattori ereditari e quindi genetici. Anche se altre cause contestuali come l’ambiente e il ciclo delle stagioni possono influire. Lo stress rappresenta una delle componenti più importanti, insieme ai traumi subiti dalle unghie. Inoltre, l’obesità e altre malattie organiche possono contribuire al verificarsi della psoriasi. Ma come si presenta questa infiammazione cronica? Le unghie tendono a ingiallire e ad aumentare di spessore, alzandosi dal letto ungueale. La lamina, invece, appare danneggiata e irregolare, con una superficie che presenta dossi e malformazioni.

Come trattare e curare la psoriasi ungueale?

La psoriasi è una malattia autoimmune: il che vuol dire che non può mai essere eliminata del tutto. Ma è possibile evitare che possa insorgere. Questo per merito di alcuni prodotti per la psoriasi ungueale come gli smalti a base di urea: la soluzione migliore nel caso di infiammazioni di livello medio-basso. Anche i prodotti naturali come il burro di karité e il gel di aloe vera possono funzionare in questi casi. Più si fa grave l’infiammazione, però, più si richiedono trattamenti sempre più impegnativi. Nei casi più avanzati, si procede all’esportazione delle unghie tramite intervento chirurgico. Infine, anche i farmaci contenenti acitretina sono spesso utilizzati nei casi di psoriasi grave.