Tre anime europee, due strumenti, il Festival Musicale Savinese

1145
BIANCHI E DELLA ROSA
BIANCHI E DELLA ROSA

Il pluripremiato duo Bianchi-Della Rosa in concerto a Monte San Savino<

A Monte San Savino protagonista la musica. Dopo il successo del concerto dell’Orchestra Multietnica di Arezzo con Dario Brunori, che ha aperto il Festival delle Musiche con un tutto esaurito, domenica 23 luglio alle ore 21:15 presso il Chiostro Palazzo di Monte si terrà il concerto “Tre anime europee in due strumenti” del duo composto da Giacomo Bianchi (violino) e Giordana Della Rosa (pianoforte), il primo degli eventi dedicati alla musica classica legati al Festival Musicale Savinese.

Il duo, formatosi nel 2009 nella classe di Musica da Camera della pianista Claudia Bracco di Como, ha avuto numerosi riconoscimenti tra cui l’ultimo nel 2017, il Primo Premio al Concorso Internazionale Città di Barletta. Con un forte interesse per il ‘900, il duo ha nel repertorio anche musica del periodo Classico e Romantico tra cui Mozart, Schumann, Grieg e Brahms.

Giordana Della Rosa, laureatasi in Didattica della Musica e Musica da Camera, ha vinto molti concorsi tra cui il “Concorso di interpretazione pianistica J. Brahms” di Acqui Terme, il “Rospigliosi” di Lamporecchio, il Concorso Nazionale di Giffoni e Il Premio Città di Napoli. Dal 2009 al 2013 è stata Maestro Collaboratore per le classi di canto e strumento al Conservatorio “G. Verdi” di Como. Giacomo Bianchi è diplomato con il massimo dei voti in violino. Attualmente iscritto all’Accademia Musicale di alto perfezionamento di Biella, nel 2015 ha vinto il concorso per Violino di fila e per Spalla dei secondi violini nell’Orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli di Bari.

Ad aprire il concerto sarà la “Sonata in La minore per violino e pianoforte Op. 105” di Robert Schumann.  L’opera, composta dall’artista tedesco nel 1851 a Düsseldorf durante un periodo di forti crisi nervose e depressive, fu la sua prima sonata per violino e pianoforte. Schumann stesso dichiarò di avervi voluto esprimere il proprio ideale di musica da concerto. In essa si nota lo spirito romantico ma travagliato dell’autore, il suo tipico dualismo tra volontà e dubbio. Verrà eseguita anche la “Sonata n. 3 in Do minore in violino e pianoforte, op. 45” di Edvard Grieg, composta tra l’autunno e il gennaio 1887, la più celebre delle tre Sonate per violino e piano ed anche uno dei pochi esempi di produzione cameristica dell’artista. Oltre all’ispirazione della musica popolare scandinava, Grieg esprime tragicità, dramma, melanconia e passione.

Ingresso 8 euro – ridotto 5 euro, in caso di maltempo il concerto si terrà presso il Teatro Verdi.

Da segnalare l’inizio, sabato 22 luglio, dei Corsi di Interpretazione Musicale che animeranno le strade di Monte San Savino fino alla conclusione del Festival, a cura dell’Azienda Speciale MonteServizi e di Officine della Cultura.

Il Festival delle Musiche, parte del Colline Etrusche Festival, è curato da Officine della Cultura in collaborazione con AS Monteservizi e Associazione Resonars ed è realizzato con il sostegno di Regione Toscana, Provincia di Arezzo e i Comuni di Monte San Savino, Marciano della Chiana, Foiano della Chiana, Lucignano, Castiglion Fiorentino, Cortona e Civitella in Val di Chiana. Contribuiscono alla realizzazione del Festival Coingas SpA, Estra e Chimet. Info Festival: Officine della Cultura 0575 27961 – 338 8431111.

Tutti gli appuntamenti sono su:
www.officinedellacultura.org, www.festivaldellemusiche.it