Treviso: avvocato assistente sanitaria, ha sempre fatto i vaccini

71

Treviso, 21 apr. (AdnKronos) – “La mia cliente si difende, ritenendosi innocente, avendo sempre fatto il suo dovere, e il proprio lavoro diligentemente, facendo i vaccini ai bambini come previsto”. Così, all’Adnkronos l’vvocato Paolo Salandin, legale dell’assistente sanitaria friulana accusata dalla Asl 2 di Treviso di non aver somministrato i vaccini a 500 bambini nel 2016.
E il legale, spiega che la sua assistita “è da sempre favorevole ai vaccini. E li ha sempre somministrati, applicando tutti i protocolli previsti: e per questo è disponibile ad essere sentita fin da subito dal magistrato, anche se allo stato dei fatti non è stata aperta un’inchiesta da parte della procura, e quindi non è indagata: potrebbe essere sentita come persona informata sui fatti. E, ad ora, non abbiamo ricevuto nessuna richiesta da parte della procura”.
“Certo è – spiega l’avvocato – che la Direzione generale dell’Asl ha condannato prematuramente la mia cliente, annunciando pubblicamente una vicenda, che era già stata in precedenza archiviata dalla stessa Procura della Repubblica. Ora è stata avviata una procedura disciplinare a suo carico, sospesa in attesa delle determinazioni del tribunale- sottolinea il legale – mi sembra un comportamento a dir poco imprudente, ed un atteggiamento colpevolista a priori”.