Val di Chiana in concerto.

3489
festivaldellemusiche
festivaldellemusiche

Al via la XXIII edizione del Festival delle Musiche dal 12 luglio al 6 agosto

Inizierà con Dario Brunori, il noto cantautore cosentino, e terminerà tra le virtuosità klezmer del clarinettista newyorkese David Kraukauer, ma toccherà al centro il gregoriano, San Francesco, il Rinascimento e alcune tra le più note composizioni del repertorio classico. È il Festival delle Musiche in Val di Chiana pronto a far vivere a un intero territorio una nuova estate di bellezza musicale, la ventitreesima, con il suo stile eclettico e coinvolgente.

Sette comuni, 28 appuntamenti dal 12 luglio al 6 agosto con base storica nel borgo di Monte San Savino, residenza del longevo Festival Musicale Savinese che invita in Val di Chiana, ogni estate, oltre duecento studenti provenienti da ogni parte d’Italia. Sarà proprio qui, nel Teatro all’aperto, che il 12 luglio, in unica data, avverrà il concerto inaugurale del Festival, in collaborazione con il Festival Diffusioni, con l’esibizione dell’Orchestra Multietnica di Arezzo in compagnia di un ospite atteso, Dario Brunori. Già noto per il sostegno a campagne sociali a favore dell’Unicef, di cui è ambasciatore calabrese, e per Emergency, il cantautore classe 1977, tra i recenti vincitori delle Targhe Tenco, confronterà in occasione della data savinese il proprio talento con la passione per l’interculturalismo musicale e l’impegno civile dell’OMA, il suggestivo progetto aretino, giunto quest’anno al decimo anniversario sotto la direzione di Enrico Fink.

Dal 14 luglio al 16 luglio il Festival si sposterà a Marciano della Chiana dove, sotto la direzione artistica di Massimiliano Dragoni, condurrà gli spettatori in pieno Medioevo, con i concerti, le conferenze, la mostra di strumenti antichi e gli incontri del Festival di Musica Antica Suoni dalla Torre. Da segnalare sabato 15 il concerto 2 agosto 1554 – La battaglia di Scannagallo, originale esibizione dedicata alla musica per le battaglie nel Rinascimento italiano con l’Ensemble Anonima Frottolisti e il coro giovanileEffetti Sonori diretto da Elisa Pasquini; domenica 16, alle ore 10:30 nei Giardini della Torre, il concerto dell’Ensemble Desidera Di Novo è giunto un Chavalier Errante – Otto ritratti in musica di Dame e Cavalieri e alle ore 19:00 il Llivre Vermell De Montserrat, i canti del pellegrinaggio medievale spagnolo rappresentati dall’orchestra degli insegnanti e degli allievi dell’Accademia d’Arti Antiche Resonars di Assisi, importante partner del Festival. Tutti gli appuntamenti del Festival Suoni dalla Torre sono ad ingresso libero ad eccezione dei laboratori di musica d’insieme di sabato 15 luglio: Il Duecento, la Monodia e la Polifonia Profana, condotto da Luca Piccioni e Massimiliano Dragoni e Amplificazioni Monodiche: dal Canto Gregoriano verso la Polifoniacondotto da Franco Radicchia. Iscrizioni ancora aperte consultando il sito.

Lunedì 17 il Festival propone a Foiano della Chiana, ancora a ingresso libero, il primo appuntamento della sezione Tra-dizioni e Contaminazioni, la parte itinerante del Festival dedicata all’incontro con l’oggi musicale. In scena La Band del Brasiliano, ensemble di musicisti toscani provenienti da realtà molto diverse tra loro appositamente riuniti per la composizione di alcuni brani della colonna sonora de “La Banda del Brasiliano”.

Martedì 18 appuntamento ad Arezzo, nell’Arena Eden, con Ginevra Di Marco e il suo ultimo progetto La Rubia Canta La Negra (Targa Tenco 2017). Voce fiorentina dei C.C.C.P e C.S.I. con un coinvolgente percorso da solista e un’attenzione particolare alla musica world e folk, Ginevra Di Marco sarà accompagnata da Francesco Magnelli (pianoforte e magnellophoni) e Andrea Salvadori (chitarre, mandolino, tzouras e elettronica).

Ancora un salto di quasi mille anni per giovedì 20, con appuntamenti a Lucignano, Chiesa di San Francesco, alle ore 18:30 alla scoperta dei tesori del proprio complesso francescano e alle ore 21:15 con l’ultimo progetto di Anonima Frottolisti, Gloriosus Franciscus – Il Francescanesimo nella musica tra Medioevo e Rinascimento. Ingresso libero.

Da domenica 23 a sabato 29 luglio il Festival torna a Monte San Savino per gli appuntamenti con il Festival Musicale Savinese, sotto la direzione artistica di Alessandro Perpich. Luogo degli eventi il Chiostro Palazzo di Monte dove si esibiranno Giacomo Bianchi (violino) e Giordana Della Rosa (pianoforte) in Tre anime europee in due strumenti; Chiara Di Bert (violino) e Samuele Amidei (pianoforte) in Il violino romantico; Leonardo Sbaffi (sax) e Cristina Campi (pianoforte) in un duo eclettico e coinvolgente; Alessandro Perpich, Enzo Ligresti, Pietro Donà, Marco Bisi (violino), Achille Galassi, Francesca Fogli (viola), Marco Dalsass e Federico Motta (violoncello) in Souvenir de Florence con il Sestetto per archi Op. 70 di Pëtr Il’ič Čajkovskij e l’Ottetto in Mi bemolle Op. 20 di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Dal 31 luglio il Festival torna itinerante partendo dall’Arena Eden di Arezzo con il concerto dell’Arezzo Jazz Orchestra insieme al talentuoso trombettista Fabrizio Bosso. Martedì 1 agosto nel Chiostro di San Francesco, a Castiglion Fiorentino, esibizione dell’Ensemble Armonera in Armonie di Tango. In scena i musicisti di gran talento: Marzia Neri (voce), Alessandro Moretti (fisarmonica), Gianni Zei (chitarra), Mauro Maurizi (contrabbasso). Mercoledì 2 agosto, a Cortona, nella cornice del Cortile di Palazzo Casali, l’Enrico Fink Orchestra restituirà la sonorità festosa di una Music for a Jewish Wedding, originale produzione del Festival delle Musiche nata dal talento artistico di Enrico Fink (voce e flauto) con Ciro Fiorucci (batteria), Luca Roccia Baldini (basso), Massimo Ferri (chitarra e bouzouki), Saverio Zacchei (trombone), Maria Rossi (tromba), Gianni Micheli (clarinetto e clarinetto basso), Mariel Tahiraj (violino). Compreso nel costo d’ingresso la visita al MAEC, il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona.

Mercoledì 2 agosto, a Monte San Savino, concerto del pianista Pierluigi Camicia in Madre Russia, un viaggio tra Pëtr Il’ič Čajkovskij, Aleksandr Skrjabin e Modest Musorgskij che condurrà all’atteso evento dell’Ensemble Ouvert del Festival Musicale Savinese di sabato 5 agosto con in scena alcuni tra i principali docenti dei Corsi di Interpretazione Musicale.

Ultimi appuntamenti della sezione Tra-dizioni e Contaminazioni, sotto la direzione artistica di Luca Baldini, giovedì 3 agosto ancora all’Arena Eden di Arezzo con il CONdivertimentoCERTO del Duo Baldo, tra musica e gioco, passione e scherzo, omaggio e irriverenza; e il consueto appuntamento itinerante a Civitella in Val di Chiana, protagoniste le violiniste degli Archimossi, in occasione della serata di Calici di stelle e in collaborazione con Slow Food Val di Chiana.

Chiusura internazionale del Festival domenica 6 agosto, nel Teatro all’aperto di Monte San Savino, con il concerto David Krakauer e Hatzel, un progetto del Comitato per la Rete di Cultura Ebraica in Toscana che porterà nella nostra terra un musicista dalle straordinarie doti interpretative, il clarinettista David Krakauer, accompagnato da Zeno De Rossi (batteria), Alfonso Santimone (pianoforte) ed Enrico Fink (flauto).

Il Festival delle Musiche, parte del Colline Etrusche Festival, è curato da Officine della Cultura in collaborazione con AS Monteservizi e Associazione Resonars ed è realizzato con il sostegno di Regione Toscana, Provincia di Arezzo e i Comuni di Monte San Savino, Marciano della Chiana, Foiano della Chiana, Lucignano, Castiglion Fiorentino, Cortona e Civitella in Val di Chiana. Contribuiscono alla realizzazione del Festival Coingas SpA, Estra e Chimet. Info Festival: Officine della Cultura 0575 27961 – 338 8431111 – segreteria@officinedellacultura.org. Prevendite: Officine della Cultura, Via Trasimeno, 16, Arezzo – Circuito Box Office Toscana – www.boxofficetoscana.it – on line: www.boxol.it. Biglietteria: presso il luogo del concerto, apertura un’ora prima dello spettacolo. Tutti gli appuntamenti sono su: www.officinedellacultura.org, www.festivaldellemusiche.it, www.festivalmusicalesavinese.net.

********************************************************
Ufficio Stampa
OFFICINE DELLA CULTURA
Via Trasimeno, 16
52100 Arezzo
+39 0575 27961
ufficiostampa@officinedellacultura.org

SITO: www.officinedellacultura.org
BLOG: www.officinecultura.blogspot.it
FACEBOOK: www.facebook.com/OfficinedellaCulturaEventi
TWITTER: www.twitter.com/OfficineCultura
FLICKR: www.flickr.com/photos/officinedellacultura
YOUTUBE: www.youtube.com/user/OfficineProduzioni
PINTEREST: www.pinterest.com/officinedellacu
INSTAGRAM: www.instagram.com/officinedellacultura