Veneto: meno sprechi e più solidarietà, patto tra Regione e Federdistribuzione (3)

42

(AdnKronos) – (Adnkronos) – “I prossimi obiettivi del progetto regionale, grazie anche al Protocollo con Federdistribuzione, Federalimentare, il Banco Alimentare e l’Unione nazionale dei Consumatori, sono il coinvolgimento nella rete del recupero anche delle multiutilities ambientali, l’estensione del numero dei donatori e dei collaboratori e il coinvolgimento dei piccoli e medi distributori e delle imprese di produzione agricola”, ha spiegato.
“Questa è una battaglia di civiltà – le ha fatto eco l’assessore regionale allo Sviluppo Economico – perché lo spreco alimentare è intollerabile, a fronte del miliardo di persone che nel mondo muoiono di fame. Costruire la ‘filiera’ del recupero delle eccedenze e della distribuzione solidale significa creare sviluppo, economico e sociale, coniugando business e senso civico, grazie anche a meccanismi incentivanti che consentono di scontare agevolazioni. Le imprese che doneranno eccedenze, infatti, diminuiranno i loro conferimenti alle multiutilies dei rifiuti e potranno ottenere uno ‘sconto’ sulla tassa rifiuti. Pertanto, chi sarà solidale e investirà nel recupero e nella redistribuzione, guadagnerà in competitività”.
Anche in questo il Veneto fa scuola: il comune di, San Stino di Livenza, 13 mila abitanti, dal primo gennaio di quest’anno ha introdotto l’agevolazione del 20 per cento sulla TARI per le imprese che donano le loro eccedenze in funzione di solidarietà sociale. E’ uno dei tre comuni di Italia ad aver introdotto per primi uno dei meccanismi premiali riconosciuti dalla legge nazionale antisprechi del 2016.