Venezia: accordo Intesa S.Paolo – Confindustria, 12 mld per imprese Veneto (4)

20

(AdnKronos) – (Adnkronos) – La provincia di Venezia ha lentamente recuperato i valori delle esportazioni del 2008 toccando nel 2016 i 4,6 miliardi di euro, grazie ai settori trainanti dell’industria delle bevande e dei vini, della meccanica, delle calzature e dei mobili.
Nel corso del 2017, in un contesto di domanda internazionale favorevole, il tessuto produttivo del veneziano potrà continuare a crescere sui mercati esteri, facendo leva sulla sua ritrovata competitività. Conferme in tal senso arrivano dai risultati del primo semestre che si è chiuso con una crescita delle esportazioni manifatturiere del +4,1%. Nuovo slancio è venuto, oltre ai consolidati mercati europei (in primis Irlanda e Francia), anche da nuovi mercati emergenti “lontani” (Kazakistan, Taiwan e Malaysia). Il contributo del canale estero non è tuttavia sufficiente per ridare slancio all’economia della regione.
E’ infatti cruciale la spinta del canale interno e, soprattutto, degli investimenti. Più in particolare, sarà importante vincere la sfida del digitale attraverso un’accelerazione degli investimenti, finora frenati dall’incertezza che domina i mercati. L’ambiente è favorevole, grazie alla presenza di significative misure governative a sostegno degli investimenti innovativi, alla disponibilità di buone condizioni di finanziamento e di un bacino di risorse interne.