25 aprile e primo maggio all’insegna del reggae

Un gruppo che ha fatto la storia della musica mondiale ed uno che sta scrivendo in musica la storia civile del territorio aretino. E' con questa suggestiva accoppiata che quest'anno si celebreranno il 25 aprile ed il Primo maggio nel tradizionale concerto gratuito "Lavoro e Libertà" organizzato da Provincia e Comune di Arezzo e dalle organizzazioni sindacali in collaborazione con Fimia, Falea, Anpi, Unicoop Firenze, Coingas, Ente bilaterale per il commercio, Unipol e Istituto storico aretino della resistenza. A suonare saranno "la Casa del vento" e "The Wailers", la storica band che ha accompagnato Bob Marley in tutta la sua avventura musicale. Presentando l'evento, in programma sabato 25 aprile alle 21 in piazza della Libertà, gli Assessori alla cultura di Comune e Provincia e l'Assessore alle politiche giovanili del Comune di Arezzo hanno sottolineato il valore di questo appuntamento, divenuto ormai una tradizione per il territorio aretino, che unisce due date simboliche come la festa della Liberazione e quella dei lavoratori. Il concerto sarà anche l'occasione per sensibilizzare gli spettatori sulle situazioni di crisi che anche nel territorio aretino stanno mettendo a rischio molti posti di lavoro, hanno proseguito gli Assessori che hanno infine sottolineato come piazza della Libertà stia diventando sempre di più un palcoscenico per grandi artisti internazionali. Il direttore artistico Nicola Zaccardo ha parlato invece delle caratteristiche del concerto dei "The Wailers", che in questa tournée ripropongono integralmente l'album "Exodus", che nel 1977 rappresentò il primo successo planetario di Bob Marley scritto in un momento di sofferenza, quello nel quale dovette lasciare la Giamaica. La band, guidata da Aston "Family Man" Barret, riproporrà tutte le canzoni di quello storico album, definito dalla rivista Time il migliore del Ventesimo secolo. Prima della band giamaicana suonerà "La casa del Vento" che presenterà, come ha spiegato Luca Lanzi, alcuni brani di un album dedicato ai temi del lavoro che si intitola significativamente "Articolo 1", prodotto con il contributo della Provincia e del Comune di Arezzo, di altri comuni del territorio, della Comunità montana del Casentino e della Spi Cgil. All'album, che uscirà ai primi di settembre, hanno collaborato anche musicisti come David Rhodes, il mitico chitarrista di Peter Gabriel, e attori come Ascanio Celestini. Nel disco è presente anche la cover di "Redemption Song" di Bob Marley, canzone che farò da "trait d'union" tra le performance dei due gruppi.