Bonus idrico Covid-19: 90.000 euro a disposizione delle attività economiche chiuse fino a giugno 2020

Comune di Arezzo
Comune di Arezzo

La giunta comunale ha recentemente deliberato lo stanziamento di circa 90.000 euro da destinare ad aziende e professionisti per l’agevolazione tariffaria sui consumi idrici.

Ci sarà un mese di tempo, da lunedì 14 settembre a venerdì 16 ottobre, per poter accedere alle agevolazioni tariffarie sul consumo di acqua, il cosiddetto “bonus idrico Covid-19”, una delle misure straordinarie messe in campo dall’amministrazione comunale e da Nuove Acque per fronteggiare l’emergenza economica e sociale creata dalla crisi epidemica.

Destinatarie del beneficio sono le attività economiche in difficoltà, principalmente liberi professionisti e artigiani, rimaste chiuse fino a giugno 2020. Le risorse provengono per 46.537 euro da Nuove Acque e dal Comune di Arezzo, che ha destinato per lo stesso obiettivo un ammontare di risorse pari a 43.000 euro.

Dal punto di vista pratico, la concessione delle agevolazioni sarà disciplinata da uno specifico avviso pubblico. Il modello di domanda verrà reso disponibile sul sito web del Comune e attraverso la trasmissione di un’informativa alle associazioni di categoria e agli ordini professionali. È stato creato un indirizzo e-mail specifico per richiedere informazioni:

[email protected]

Il Suap raccoglierà poi le richieste e trasmetterà a Nuove Acque l’elenco dei soggetti interessati. Sarà infine la società stessa a liquidare il contributo tramite la decurtazione dell’importo dalle future fatture riferite all’utenza.