Dopo un piano di rientro dei debiti pregressi, Anghiari taglia le tasse sui rifiuti e torna ad investire sul territorio: pronti oltre 2 milioni di euro.

Dalla gestione dell’emergenza sanitaria: Sostegno alla famiglie, scuola passando per lo sport e la cultura fino al sociale.

Quattro anni di gestione attenta e prudente dei conti comunali hanno reso di nuovo credibile il comune di Anghiari: ad inizio di questa legislazione il debito nei confronti dei servizi sociali dell’Unione dei Comuni era di circa 450 mila euro.

Una situazione al limite, che ha costretto l’amministrazione Polcri a compiere scelte prudenti ma necessarie, che oggi stanno iniziando a dare i primi importanti risultati.

 “Nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria abbiamo mantenuto tutti i servizi dalla scuola al sociale, passando per lo sport e la cultura senza alcun aumento, anzi abbiamo stabilito un taglio del 25% della Tari per tutte le utenze non domestiche, sostenendo quindi imprese, artigiani e commercianti – ha dichiarato il sindaco Alessandro Polcri – ora iniziamo ad investire mettendo a disposizione una bella fetta di risorse disponibili”.

 “Il comune di Anghiari era diventato il fanalino di coda della Valtiberina, con debiti in continuo aumento soprattutto in ambito sociale – ha spiegato il capogruppo Alessandro Neri – una situazione che ha bloccato non solo la prospettiva di crescita, ma che ha fatto perdere la credibilità del nostro ente nei tavoli di trattativa. Da un anno a questa parte la situazione è ben diversa, i conti sono tornati buoni  e finalmente possiamo toglierci qualche soddisfazione”.

Sono tanti gli interventi in programma nei prossimi mesi, 600 mila euro solo nel 2020 dei quali messi a disposizione direttamente dal comune e una restante parte co-finanziata dagli enti superiori.

“I primi tre anni della nostra amministrazione sono stati caratterizzati da poche polemiche, toni bassi e tanto lavoro, non abbiamo tagliato i servizi ma per non aumentare le tariffe abbiamo dovuto limitare gli investimenti – ha spiegato il sindaco Polcri – oggi vediamo i frutti del nostro buon governo con conti apposto e risorse risparmiate da poter finalmente investire: stiamo puntando all’ambiente, con una raccolta differenziata sempre più organizzata e un importante risparmio energetico grazie alla sostituzione di gran parte dei punti luce, ma non solo: interverremo in ogni ambito, in parte siamo già intervenuti, con lavori di messa in sicurezza, riqualificazioni e miglioramento dei servizi. Ci sarà spazio anche per il turismo, un’altra scommessa che sono sicuro vinceremo”.