Giostra di solidarietà: i donatori di Porta Crucifera martedì al centro trasfusionale del San Donato

Pietro Pantone
Pietro Pantone
La Giostra del Saracino conferma la sua vocazione alla solidarietà.  Si ripete anche quest’anno la tradizionale donazione di sangue da parte del Gruppo donatori Avis di Porta Crucifera che martedì 22 sarà al Centro Trasfusionale del San Donato.
“Le donazioni sono sempre importanti ma quest’anno lo sono ancora di più – sottolinea Pietro Pantone, Direttore Immunoematologia e Medicina Trasfusionale. L’emergenza Covid ha comportato profonde modifiche sotto l’aspetto organizzativo e di personale.L’impegno è stato decuplicato e voglio ringraziare il personale di tutti i Centri trasfusionali che non si è mai tirato indietro anche di fronte alle numerose difficoltà.
Per quanto riguarda quello di Arezzo, le donazione sono in aumento di circa 200 unità. Questa è una vittoria da condividere con le Associazioni di volontariato tutte che ci affiancano in questo delicato lavoro e, soprattutto, con i donatori.

In questo momento siamo concentrati sul reclutamento di donatori dedicati alla raccolta di plasma iperimmune, plasma prelevato da convalescenti COVID-19. La nostra speranza è che questi diventino poi donatori di sangue.
Infine un appello ai giovani, in mood particolare quelli appena maggiorenni: la speranza è che abbiano la volontà di mettersi in gioco, contattando le Associazioni di volontariato di zona per raccogliere informazioni e per poi decidere, con tutta serenità, se intraprendere la via del dono, dando speranza a chi ne ha bisogno”.

Apprezzamenti ai donatori sono giunti anche dal Rettore di Porta Crucifera, Andrea Fazzuoli e dal Presidente  Avis, Antonio Guida.