Il Comune di Bibbiena aderisce alla campagna #Oltrepassare, contro la violenza sulle donne

Flash mob social con la proiezione sulla pagina Facebook del video #Oltrepassare, i palloncini sulla panchina rossa dell’area verde nella zona artigianale di Soci e il flash mob dell’Istituto Comprensivo di Bibbiena

donne violenza
donne violenza

Il Comune di Bibbiena ha aderito alla campagna di sensibilizzazione “Oltrepassare la violenza” in occasione del 25 novembre ideata dalla creativa, Emma Castè diventata, in questi anni, ambasciatrice di tante battaglie per l’uguaglianza e la parità di genere attraverso iniziative ed installazioni capaci di smuovere le anime.

Secondo l’ultimo rapporto sulla violenza di genere in Toscana nel periodo che va dal 2006 al 2018, si contano 113 femminicidi, che rappresentano la prima causa di omicidio di donna.

Martina Cipriani Assessore alle Pari Opportunità commenta: “Il nostro impegno sarà massimo, ogni giorno, nella direzione di un cambiamento nella nostra cultura affinchè la violenza sulle donne possa essere eliminata e si possa ricostruire il nostro mondo all’insegna del rispetto reciproco”.

A caratterizzare l’iniziativa, che metterà in connessione molti comuni toscani ed italiani sarà la proiezione in contemporanea (alle ore 11.00) del video #TiMeritiAmore sugli account social di cui è protagonista proprio la Castè. Il video sarà proiettato sulla pagina Facebook ufficiale Comune di Bibbiena e su Vivibibbiena.

La giornata sarà caratterizzata da altre iniziative molto interessanti. Il Comitato Area Verde di Soci, dopo aver installato la scorsa estate, la panchina rossa, ha voluto celebrare la giornata con dei palloncini rossi. Domani mattina, inoltre, alle 10,30 presso il piazzale della scuola media di Bibbiena si terrà un breve flashmob promosso dall’Istituto Comprensivo di Bibbiena.

Clara Tizzanini del comitato delle famiglie che gestiscono l’area verde ha commentato: “Abbiamo voluto addobbare così la panchina rossa per dare il nostro contributo ad una battaglia di civiltà irrinunciabile”.