Nuova iniziativa on line della Fondazione Bruschi: ecco la storia “Pezzo di legno” narrata da Gianni Micheli

Sabato 28 novembre pomeriggio gratuito di racconto e interazione per i bambini

Arezzo, 25 novembre 2020 – La Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca, pur mantenendo chiusa al pubblico la Casa Museo nel rispetto del Dpcm vigente, tiene viva l’attenzione verso l’educazione culturale dei più giovani proponendo nuove iniziative.

Sabato 28 novembre alle ore 16,00 appuntamento gratuito sul canale Facebook della Fondazione Ivan Bruschi per un incontro in diretta e interattivo con lo scrittore aretino Gianni Micheli, per conoscere la storia di “Pezzo di Legno”, una favola inedita e moderna che coniuga il mondo musicale, a partire dal Clarinetto protagonista del racconto, con il tema dell’avventura e del viaggio.

L’incontro sarà anche l’occasione per scoprire, in compagnia dello staff del Museo, i più curiosi e interessanti oggetti artistici in legno collezionati dall’illustre antiquario Bruschi nel corso dei suoi viaggi.

Nel mese di dicembre l’appuntamento con i pomeriggi per i ragazzi si rinnoverà con le consuete storie di Natale: le più belle fiabe e leggende natalizie narrate online.

Oltre agli eventi del sabato pomeriggio, le iniziative dedicate ai più giovani che la Fondazione Ivan Bruschi propone anche in questo periodo di chiusura del Museo sono varie, a partire dalla possibilità, per tutte le scuole dalle primarie alle superiori, di attivare percorsi interattivi per costruire nuove esperienze di apprendimento e da realizzare tramite gli strumenti della didattica a distanza.

Inoltre, in particolare per i genitori che desiderano passare un pomeriggio diverso con i propri bambini, o regalare loro una festa di compleanno con gli amici anche a distanza, in modo originale e divertente, è possibile prenotare un percorso tematico di scoperta della collezione Bruschi, con la possibilità di interagire con lo staff della Fondazione per realizzare eventi istruttivi e creativi.

Per conoscere tutti i dettagli è sufficiente telefonare al numero 0575 354126 o scrivere a [email protected]