Una video-lettura per bambini per rievocare le veglie nei seccatoi di Raggiolo

Sabato 5 dicembre è in calendario l’ultima iniziativa on-line de “La castagnatura al tempo del Covid”. La Brigata di Raggiolo e l’Ecomuseo del Casentino condivideranno il racconto “Una storia… mitica”

RAGGIOLO (AR) – Una favola per bambini per rievocare le notti di veglia passate nei seccatoi di Raggiolo. La rassegna on-line “La castagnatura al tempo del Covid” promossa da La Brigata di Raggiolo e dall’Ecomuseo del Casentino volge al termine con una nuova video-lettura che permetterà ai più piccoli di scoprire il mondo della castagna attraverso la condivisione di racconti, novelle e tradizioni. L’appuntamento conclusivo è in programma sabato 5 dicembre quando, dalle 14.30, sarà disponibile sui social network “Una storia… mitica” letta dall’aretino Samuele Boncompagni: il video verrà condiviso sulla pagina facebook e sul canale youtube de La Brigata di Raggiolo, e sulla pagina facebook dell’Ecomuseo del Casentino.

La voce dell’attore e autore dell’associazione Noidellescarpediverse proporrà la leggenda di Eco e Narciso che, tratta dalla mitologia greca, contiene numerosi riferimenti alla montagna, ai fiumi, ai boschi e ad altri elementi della natura che circondano Raggiolo. Questa scelta rappresenta un omaggio alle notti che gli abitanti del borgo trascorrevano nel seccatoio durante la castagnatura, con le celebri veglie intorno al fuoco dove gli anziani tramandavano la loro cultura declamando racconti popolari, poemi epici o brani della Divina Commedia.

Questa cultura suscitava interesse e accendeva la fantasia, con numerosi nomi battesimali dei raggiolatti che sono stati ispirati proprio ai miti: Omero, Achille, Ettore, Elena, Paride, Leonida, Socrate, Orazio, Ovidio, Erminia e perfino Criseide. Le parole di Boncompagni saranno accompagnate e arricchite dalle immagini registrate da Lenny Graziani all’interno del seccatoio di Raggiolo dove, ogni anno in occasione della Festa di Castagnatura, si riuniscono decine di bambini per ascoltare le storie davanti al fuoco. L’emergenza sanitaria non ha permesso di ripetere questa esperienza dal vivo ma l’attuale iniziativa digitale ha rappresentato un’alternativa per provare a coinvolgere comunque genitori e figli, permettendo loro di rivivere le emozioni e le suggestioni del periodo di castagnatura attraverso i social.

Al termine della video-lettura, Boncompagni si rivolgerà direttamente ai piccoli ascoltatori per invitarli a realizzare un disegno ispirato a “Una storia… mitica”, con ogni elaborato che potrà poi essere fotografato e inviato con una mail a labrigatadiraggiolo@gmail.com con l’obiettivo di allestire su facebook una colorata mostra virtuale con le loro creazioni. «Il seccatoio era, in passato, un luogo di incontro e di socializzazione – commenta Paolo Schiatti, presidente de La Brigata di Raggiolo, – con il periodo di castagnatura che rappresentava un’occasione per condividere una cultura sconfinata degli antichi abitanti che spaziava dai classici della letteratura ai miti greci. La scelta è stata dunque di chiudere le iniziative de “La castagnatura al tempo del Covid” con una video-lettura che serba uno stretto collegamento con la Raggiolo del passato e con l’invito rivolto ai bambini a realizzare un disegno capace di rappresentare la storia ascoltata dal loro punto di vista».