Apicoltori nomadisti, pubblicata la graduatoria per l’accesso ai contributi

Sono 51 le domande ritenute ammissibili, 40 quelle finanziabili, oltre 220mila euro le risorse disponibili

Miele-Api
Miele-Api

E’ stata approvata e pubblicata la graduatoria delle domande presentate dagli apicoltori nomadisti toscani sul sistema ARTEA, per la Misura C “Razionalizzazione della transumanza” per la Campagna 2020-2021.

Cinquantaquattro le domande di contributo pervenute per l’attività di transumanza di cui 51 sono quelle risultate ammissibili e 40 quelle finanziabili per le quali la Regione, sulla base delle risorse assegnate dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, ha stanziato 222.836,85 euro.
Le eventuali risorse che si rendessero disponibili per rinunce o riduzione delle spese da parte dei soggetti beneficiari, o le nuove assegnazioni di risorse da parte del Ministero a seguito dell’aumento delle risorse stanziate dalla Commissione Europea sul Programma apistico, saranno destinate allo scorrimento della graduatoria con l’obiettivo di finanziare tutte le domande ammesse.

“Finanziamo ben volentieri questa misura – dice la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – Oggi che la popolazione mondiale delle api registra anno dopo anno un drammatico declino, la transumanza sta diventando un lavoro fondamentale perché non solo contribuisce all’aumento della quantità e qualità delle produzioni, ma anche alla diffusione delle api nel territorio, incentivando la loro opera di impollinazione. Ci auguriamo di aver la possibilità di aggiungere risorse a quanto già stanziato così da poter soddisfare tutte le domande ammesse”.