Arezzo sconfitta in trasferta contro la capolista Padova (2-0)

La prima della classe (Padova) contro il fanalino di coda (Arezzo) e il risultato è presto scritto. Dalla partita di oggi nessuno si aspettava nulla, la partita infrasettimanale fa rifiatare alcuni uomini da entrambe le parti. Mandorlini e Stellone pensano oggi anche alla gara di domenica prossima con punti in palio decisamente più pesanti contro il Sudtirol e il Matelica.

Il risultato è quello classico nel gioco del calcio due a zero per i padroni di casa con una rete per tempo. Stellone manda in campo un reparto difensivo tutto nuovo con Melgrati in porta, Luciani, Maggioni, Pinna e Ventola per una difesa davvero inedita.

L’Arezzo va in svantaggio dopo appena 12′ con una rete di Firenze per poi andare a chiudere il match a 3′ dalla fine con Chiricò. Per l’Arezzo il Padova anche se con alcuni big a riposo è troppa cosa e pensare di ribaltare il risultato una volta sotto, visto l’andamento del campionato fino ad oggi, è davvero troppo.

La formazione amaranto non demerita, a tratti mette anche in difficoltà la capolista e prova a cercare il pareggio nel secondo tempo prima di capitolare al minuto 87′ con la rete biancorossa.

A metà della ripresa ci prova Iacoponi a fare lo scherzo al Padova senza riuscire con una grande azione del giocatore amaranto che si beve tre avversari e per poco non trova il pari.

Al fischio finale la mente va subito al prossimo incontro casalingo, domenica prossima arriva il Matelica al Città di Arezzo dove la posta in palio è decisiva.

La classifica è la stessa da inizio campionato ma contro il Matelica una vittoria casalinga potrebbe dare un segnale al campionato della squadra amaranto, oggi a tratti la squadra ha mostrato di credere in se stessa senza darsi per vinta.