Assistenza domiciliare a persone anziane e disabili: dal 1 febbraio servizi uguali per tutti i Comuni della Zona Distretto del Valdarno

Il Presidente Chienni “Un passaggio importante che permetterà ai cittadini di essere assistiti in modo coordinato, omogeneo e continuativo”

Sergio Chienni
Sergio Chienni

L’ assistenza domiciliare è stata definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come “la possibilità di fornire presso il domicilio del paziente quei servizi e quegli strumenti che contribuiscono al mantenimento del massimo livello di benessere, salute e funzione”.

Nell’ottica di raggiungere sempre più omogeneità dal punto di vista dell’organizzazione dei servizi socio assistenziali e socio sanitari tra i Comuni del Valdarno, a partire dal 1 febbraio il servizio di assistenza domiciliare, in favore di persone non autosufficienti (anziani e disabili), sarà gestito e coordinato dall’Azienda Usl Toscana Sud Est.

“Un importante passaggio – ha commentato il Presidente della Conferenza dei Sindaci Sergio Chienni – che permetterà ai cittadini di essere assistiti in modo coordinato, omogeneo e continuativo, poiché le prestazioni saranno erogate nelle medesime modalità a tutte le persone che ne hanno diritto a prescindere dal loro comune di residenza. L’Azienda Usl Toscana Sud Est ha attivato e organizzato il sistema di servizio di Assistenza domiciliare con più forme possibili per garantire al paziente e ai familiari interventi efficaci e rispondenti al loro reale bisogno. Si ringrazia la direzione della Zona distretto- ha concluso il Presidente Chienni- per il risultato raggiunto e la sinergia con le amministrazioni dimostrata anche in questa occasione”.