Bottoni di tacchino a sorpresa

Bentornati alle ricette di Zenzero&Cannella!
Il piatto che vi suggerisco oggi é davvero bello da vedere, elegante da impiattare e comunque molto semplice e gustosissimo!!

L’unica accortezza è la preparazione nelle varie fasi e qui intervengo io a rendervi tutto più semplice con le spiegazioni che troverete sotto passo passo…e se potete avvantaggiarvi anche il giorno prima vedrete che sarà una ricettina jolly per tantissime occasioni!!
Farete sempre bellissima figura!!

INGREDIENTI(per 2 persone) :
2 fette sottili di fesa di tacchino(5-7 mm di spessore) sui 130/150 gr a fetta
2 uova
Spinaci freschi in foglia quanto bastano
1 tazzina di latte
30 gr parmigiano grattugiato
Noce moscata
Sale, pepe
2 cucchiaini spezie miste per arrosti
1 ciuffo salvia
2 rametti rosmarino
1 spicchio aglio vestito
1 bicchiere brodo oppure 1/2 bicchiere vino bianco(facoltativi)

Vi serviranno inoltre:
Spago da cucina
Batticarne

PREPARAZIONE:
Per prima cosa sbattere le uova con il latte, unire una presa di sale, noce moscata a piacere, una macinata di pepe ed incorporare il parmigiano.
Mettere sul fuoco al minimo una padella media antiaderente e farla scaldare bene pochi minuti.

Aggiungere un filo di olio extra vergine, roteare la padella per bagnare tutta la superficie in modo uniforme quindi versare il composto di uova.
Coprire mantenendo al minimo il fuoco e far cuocere finché aiutandovi con una spatolina e qualche colpetto alla padella riuscirete a staccare la frittata dal fondo.

Ribaltare la frittata e finire di cuocere un minuto anche l’altro lato, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare bene.
Nel frattempo stendere le due fette di tacchino su un tagliere e battere leggermente con il batticarne ad assottigliare ed ammorbidire leggermente la carne.

Cospargere uniformemente con il misto spezie per arrosti.
Rivestire le fette con le foglie di spinaci fresche precedentemente lavate e tamponare con carta assorbente da cucina.

Tagliare in 2 la frittata ormai fredda, posizionare ciascuna metà su una fetta di carne, sul letto di spinaci, quindi arrotolare su se stessa ogni fetta cercando di stringere bene senza però  strizzare troppo il ripieno.
Con lo spago da cucina avvolgere ogni rotolino ottenuto stringendo bene e fermando poi le due estremità con un doppio nodo.

Mettere su fuoco medio una casseruola o padella antiaderente con 4/5 cucchiai di olio extra vergine, i rametti di rosmarino, la salvia e lo spicchio d’aglio vestito con lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato col palmo della mano.

Far soffriggere bene una quindicina di secondi quindi adagiare i due rotolini di tacchino.
Far rosolare bene su ogni lato, quindi coprire e lasciar cuocere a fuoco basso 15/20 minuti in base alla grandezza dei rotolini.

Se necessario durante la cottura irrorare con qualche cucchiaio di brodo, vino bianco o anche acqua bollente. Per essere sicuri che la carne sia cotta provare a forare ogni rotolino fino al cuore con uno stecchino. Se sentite la carne tenera tenera e non  fuoriesce liquido quando tirate fuori lo stecchino é cotta. Spengere, coprire, lasciar raffreddare e riposare minimo mezz’ora, meglio 1 ora. Togliere la carne dal fondo di cottura.

N. B. è fondamentale che la carne si sia raffreddata ed ‘assestata’ prima di tagliarla, altrimenti le fette rischiano di sgretolarsi al taglio.

Mentre lasciate riposare il tacchino riaccendere il fondo di cottura, portare ad ebollizione quindi aggiungere il brodo rimasto o il vino, o semplice acqua bollente. Regolare di sale, far ritirare ed insaporire per qualche minuto quindi filtrare in un pentolino piccolo il ristretto così ottenuto che scalderete al momento di servire la carne.

Sopra un tagliere tagliate via lo spago dai due rotolini con delicatezza, quindi affettare a fette belle alte. Disporre a piacere i bottoni di tacchino così ottenuti su un bel piatto, decorare con un pó di spinacini freschi croccanti o altra verdurina a piacere.
Cospargere con il fondo di cottura bollente subito prima di servire e terminare con un filo di olio e.v.o.

L’idea in più: cuocere i bottoni di tacchino la sera prima/il giorno prima. Conservare in frigo i rotolini interi in contenitore ermetico con coperchio. Togliere dal frigo e far tornare a temperatura ambiente un’oretta prima di servire. Irrorare con il ristretto bollente subito prima di servire il piatto.

Alla prossima ricetta
Chiara Castellucci