Castiglion Fiorentino: “I Mille di Sgarbi” apre al pubblico

Si tratta della mostra ideata da Sauro Moretti e Nino Ippolito e curata da Vittorio Sgarbi che fotografa lo stato dell’Arte Contemporanea in Italia

In seguito alle nuove disposizioni per le zone gialle italiane che decretano la riapertura degli spazi museali, aprirà ufficialmente al pubblico venerdì prossimo, 29 Gennaio 2021, la grande mostra collettiva “I Mille di Sgarbi” promossa dall’associazione culturale Lo Stato dell’Arte.

Giunta alla sua quarta edizione, la mostra ideata da Sauro Moretti e Nino Ippolito e curata da Vittorio Sgarbi che fotografa lo stato dell’Arte Contemporanea in Italia quest’anno si svolge nei luoghi storici e religiosi del borgo toscano raccogliendo un corpo di oltre un centinaio di opere di artisti del panorama nazionale e internazionale selezionati da Vittorio Sgarbi.

L’esposizione, promossa con il patrocinio del Comune di Castiglion Fiorentino, di cui il 12 dicembre scorso è stata data un’anteprima virtuale con la visita a porte chiuse di Vittorio Sgarbi, si snoda in più sedi espositive dando vita ad una delle più grandi mostre di arte diffusa che fa entrare in comunione la storia di Castiglion Fiorentino con i lavori di pittura, scultura, fotografia e grafica digitale degli artisti selezionati. Le opere proposte sono tutte legate alla stessa tematica, ispirate a quella dimensione spirituale che è lo spazio dell’anima dell’artista.

Il percorso espositivo toccherà i principali siti che costituiscono il Sistema Museale Castiglionese: il Museo Archeologico, la Pinacoteca comunale, insieme alle bellissime Chiese di San Filippo, della Buona Morte e all’Auditorium “Le Santucce”. Questi luoghi ospiteranno fino al 2 Giugno prossimo le opere degli artisti scelti da Vittorio Sgarbi.

Alle precedenti edizioni svolte nelle prestigiose sedi espositive di Cortina d’Ampezzo e Cervia (il Museo delle Regole, il Museo d’Arte Moderna “Mario Rimoldi” e i Magazzini del Sale) hanno partecipato centinaia di artisti provenienti da tutta Italia.