Derby amaro, l’Arezzo crolla dopo undici minuti (3-0)

PERUGIA (4-3-3): . 1 Fulignati; 27 Cancellotti, 4 Sgarbi, 5 Angella, 3 Favalli; 13 Sounas, 8 Burrai, 19 Vanbaleghem; 7 Elia, 32 Vano, 23 Falzerano. Allenatore Fabio Caserta

AREZZO (4-4-2): 1 Sala; 2 Ventola, 5 Borghini, 39 Pinna, 16 Luciani; 7 Belloni, 46 Altobelli, 31 Di Paolantonio, 21 Benucci; 10 Cutolo, 24 Piu. Allenatore Roberto Stellone

Marcatori: 11′ Elia, 13′ Falzerano, 86′ Kouan

La partita più sentita dalla tifoseria quella che va al di là della classifica dove serve testa e cuore dura solo undici minuti. L’Arezzo crolla in due minuti dall’undicesimo al tredicesimo regalando al Perugia un Derby in allenamento aspettando la trasferta di Cesena.

Pensare oggi alla salvezza è come gridare al miracolo. Niente di buono si prospetta all’orizzonte, nonostante il cambio di tre allenatori gli errori sono sempre gli stessi. Quelli commessi oggi a Perugia nelle prime due reti ti viene da pensare alla scuola calcio quando insegni cosa non devi mai fare in certe situazioni.

Stellone se riuscirà a rimettere in carreggiata questa squadra farà un vero e proprio miracolo. Una rosa troppo vasta, nessuno della compagine amaranto che metta in campo il cuore oltre gli evidenti limiti strutturali. Dentro o fuori: solo chi ci crede vada avanti.

LA PARTITA

L’Arezzo si scioglie subito come succede da inizio campionato. Dopo soli 13′ minuti l’Arezzo è sotto nel derby per due reti a zero. La sblocca Elia al minuto 11 grazie ad una inspiegabile ingenuità di Borghini in possesso della palla fa un passaggio nella propria area ad un avversario, palla in mezzo per Elia che facilmente la mette sul palo alla destra di Sala. Passano due minuti e arriva il raddoppio. Azione che parte da Falzerano, in area amaranto ci sono sette uomini con la maglia bianca ma non bastano per far colpire in piena solitudine la palla a Falzerano che raccoglie lo scambio con Favalli.

Due minuti di amnesia totale che costano carissimo nell’economia della partita. L’Arezzo si ritrova così a recuperare una partita già complicata in partenza e adesso dopo solo quindici minuti la possiamo definire “impresa storica”.

Sotto di due reti senza più nulla da perdere l’Arezzo prova a spingere guadagnando terreno con il Perugia che si limita a controllare. Il possesso palla per l’Arezzo non manca ma non ci sono azioni pericolose da mettere seriamente in difficoltà la porta difesa da Fulignati.

I padroni di casa quando attaccano a differenza della squadra di Stellone sono sempre pericolosi e mettono in apprensione la retroguardia amaranto. Il primo tempo si chiude con il Perugia avanti di due reti che controlla facilmente la gara.

Il secondo tempo riprende e la trama è la stessa, poca incisività in attacco da parte dell’Arezzo per creare pericoli alla porta di Fulignati. Gli unici tentativi sono dei velleitari tiri da fuori che non sono mai indirizzati nello specchio della porta.

La partita scorre a ritmi bassi fino alla fine intervallata dalla terza rete dei padroni di casa ad opera di Kouan servito dalla linea di fondo da Sounas. Finisce qui un derby amarissimo.

di Paolo Nocentini

Il Tabellino

PERUGIA – AREZZO 3 – 0 (Primo tempo 2 – 0)

Marcatori: 11′ Elia, 13′ Falzerano, 86′ Kouan

PERUGIA (4-3-3): . 1 Fulignati; 27 Cancellotti, 4 Sgarbi, 5 Angella, 3 Favalli; 13 Sounas, 8 Burrai (77′ 17 Moscati), 19 Vanbaleghem (51′ 28 Kouan); 7 Elia (69′ 10 Di Noia), 32 Vano (46′ 20 Bianchimano), 23 Falzerano (77′ 16 Lunghi). A disposizione: 12 Bocci, 25 Minelli, 15 Konate, 21 De Marco, 24 Negro. Allenatore Fabio Caserta

AREZZO (4-4-2): 1 Sala; 2 Ventola (69′ 25 Sussi), 5 Borghini, 39 Pinna, 16 Luciani; 7 Belloni (61′ 23 Di Grazia), 46 Altobelli, 31 Di Paolantonio (73′ 6 Soumah), 21 Benucci; 10 Cutolo (61′ 44 Iacoponi), 24 Piu. A disposizione: 22 Tarolli, 13 Melgrati, 15 Maggioni, 29 Kodr, 32 Zuppel, 35 Zitelli, 36 Karkalis, 37 Serrotti. Allenatore Roberto Stellone

Arbitro: Fabio Natilla di Molfetta

Assistenti: Antonio Severino di Campobasso, Marco Carrelli di Campobasso

Quarto ufficiale: Eugenio Scarpa di Collegno

Note:

Ammoniti: 28′ Belloni, 42′ Vano, 53′ Pinna, 78′ Luciani
Recupero: pt. 1′, st. 4′

21^ giornata Campionato Serie C 2020 – 2021

Sabato 30 Gennaio 2021

Triestina – Cesena 2 – 1

Virtus Vecomp Verona – Imolese 3 – 1

Gubbio – Sambenedettese 1 – 2

Fermana – Sudtirol 1 – 1

Ravenna – Legnago 1 – 1

Vis Pesaro – Modena 1 – 0

Domenica 31 gennaio 2021

Perugia – Arezzo 3 – 0

Feralpisalò – Matelica

Padova – Fano

Lunedì 1 febbraio 2021

Carpi – Mantova