L’Arezzo scappa ma viene raggiunto, un punto per non mollare (1-1)

VIRTUS VECOMP VERONA (4-3-2-1): 1 Giacomel; 3 Mazzolo, 5 Visentin, 23 Pellacani, 6 Daffara; 8 Delcarro, 7 Bentivoglio, 17 Lonardi; 10 Danti, 21 Marcandella; 11 Pittarello. Allenatore: Luigi Fresco

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 16 Luciani, 5 Sbraga, 3 Cherubin, 19 Pinna; 46 Altobelli, 31 Di Paolantonio, 4 Arini; 44 Iacoponi, 24 Piu, 7 Belloni. Allenatore: Roberto Stellone

Marcatori: 21′ Sbraga, 65′ Arma

Si conclude una settimana per l’Arezzo in ritiro a Coverciano oggi portare via un punto contro la Virtus Verona dopo essere andato in vantaggio con un colpo di testa di Sbraga. La Virtus era reduce da quattro successi consecutivi, la squadra più in forma del campionato e l’Arezzo nel primo tempo riesce a giocare bene la sua partita difendendo ordinatamente colpendo di rimessa.

Un primo tempo dove la squadra di Stellone chiude in vantaggio con una bella rete di sbraga su calcio d’angolo e 45′ minuti giocati creando alcune occasioni, senza mai soffrire oltre i limiti consentiti.

Nel secondo tempo la Virtus entra in campo con altro temperamento e i cambi effettuati all’ingresso in campo da Fresco cambiano l’inerzia della partita. La Virtus si fa più aggressiva, pressa, mette in difficoltà la squadra amaranto creando occasioni per pareggiare la partita. Pareggio raggiunto da Arma, uno dei nuovi entrati, che colpisce di testa in mezzo a due difensori amaranto posizionati non al meglio al limite dell’are piccola.

La Virtus ci prova a vincere la partita ma la squadra di Stellone è brava a resistere e quando i padroni di casa restano in dieci per infortunio di Manfrin ci provano a conquistare i tre punti. Mancano forze e coraggio, alla fine il pareggio accontenta tutti, l’Arezzo che interrompe una serie pesante di sconfitte e la Virtus che aveva visto perdere l’imbattibilità casalinga che dura da un anno.

Oggi è un punto che accontenta e da morale ma per la salvezza ci sono ancora quindi battaglie da affrontare.

LA PARTITA

L’Arezzo parte per la prima volta nella gestione Stellone con il 4-3-3 che assomiglia più a un 4-5-1 , l’Arezzo si fa vedere dopo 4′ con un colpo di Sbraga che finisce sopra la traversa. Un minuto prima ci aveva provato Danti per la Virtus ma senza creare pericolo alla porta amaranto. Non ci sono emozioni o azioni degne di nota nella prima fase della partita dove le squadre provano a costruire ma non riescono a sfondare le difese avversarie.

Arezzo in vantaggio. Sbraga la sblocca di testa su calcio d’angolo al minuto 21. Calcio d’angolo conquistato da Iacoponi che parte da sinistra si accentra e lascia partire un tiro che viene deviato. Sugli sviluppi è bravissimo Sbraga a colpire di testa e mettere la palla sotto la traversa superando Giacomel.

Al secondo tentativo, entrambi di Sbraga, l’Arezzo va in vantaggio sul campo della Virtus Vecomp Verona squadra che occupa il settimo posto in classifica e che viene da quattro successi consecutivi.

Miracolo Giacomel. Pinna su calcio di punizione sfiora il raddoppio al 28′ mettendo la palla all’angolo alto alla sinistra del portiere che è bravissimo a negare la rete al 19 amaranto deviando la palla sul palo e poi in angolo. L’Arezzo accorcia le misure tra i reparti e oggi è bravo a ripartire veloce mettendo più di una volta in difficoltà la retroguardia rossoblu con Belloni e Iacoponi.

I padroni di casa ci provano solo su due calci piazzati che termina fuori senza impensierire oltre misura Sala. Il primo tempo termina con la squadra amaranto con merito in vantaggio con la rete segnata di testa da Sbraga.

Il secondo tempo riparte con due cambi per i padroni di casa dentro Arma e Zarpellon, Luigi Fresco vuole dare più peso al reparto offensivo della Virtus. Padroni di casa che iniziano i secondo 45′ con più intensità alla ricerca del pari.

Al 54′ su ripartenza l’Arezzo entra in area con Piu che la mette in mezzo la palla attraversa tutto lo specchio della porta ma nessuna maglia amaranto riesce ad arrivare sulla palla.

Pareggio Virtus. Al 65′ Arma la pareggia con un colpo di testa su cross arrivato dalla sinistra. La difesa amaranto si fa sorprendere, due uomini su di lui che si fanno sorprendere dall’attaccante rossoblu.

Al 69′ entra Cutolo per Belloni i padroni di casa si spingono con forza in avanti per cercare il vantaggio. L’Arezzo arretra pericolosamente. Al 71′ pericolo per l’Arezzo, la Virtus attacca ancora dalla sinistra, cross rasoterra che attraversa tutta la porta ma nessuno dei rossoblu si fa trovare all’appuntamento per battere a rete. Un minuto dopo ingenuità amaranto su fallo laterale e Arma non ne approfitta per colpire a rete, Sala para a terra.

Al 83′ L’Arezzo approfitta di un errore di Leonardi ma Serrotti partito in contropiede serve male la palla a Piu e Giacomel riesce ad anticipare la punta amaranto.

La Virtus termina la gara in dieci per l’uscita di Manfrin dovuta ad infortunio. L’Arezzo ci prova in superiorità numerica negli ultimi minuti ma senza riuscire a creare pericoli per la retroguardia rossoblu.

Dopo 4′ di recupero finisce in parità un punto prezioso per gli uomini di Stellone che iniziano a muovere la classifica.

di Paolo Nocentini

Il Tabellino

VIRTUS VECOMP VERONA – AREZZO 1 – 1 (Primo tempo 0 – 1)

Marcatori: 21′ Sbraga, 65′ Arma

VIRTUS VECOMP VERONA (4-3-2-1): 1 Giacomel; 3 Mazzolo (59′ 13 De Rigo), 5 Visentin, 23 Pellacani, 6 Daffara; 8 Delcarro (46′ 30 Zarpellon), 7 Bentivoglio (59′ 27 Manfrin), 17 Lonardi; 10 Danti (82′ 14 Danieli), 21 Marcandella (46′ 9 Arma); 11 Pittarello. A disposizione: 12 Chiesa, 22 Sibi, 4 Pessot, 16 Cazzola, 19 Paloka, 20 Carlevaris, 28 Bridi. Allenatore: Luigi Fresco.

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 16 Luciani, 5 Sbraga, 3 Cherubin (85′ 26 Ventola), 19 Pinna; 46 Altobelli, 31 Di Paolantonio (79′ 37 Serrotti), 4 Arini; 44 Iacoponi, 24 Piu, 7 Belloni (69′ 10 Cutolo). A disposizione: 13 Melgrati, 11 Cerci, 15 Maggioni, 21 Benucci, 23 Di Grazia, 25 Sussi, 29 Kodr, 32 Zuppel, 36 Karkalis. Allenatore: Roberto Stellone.

Arbitro: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

Assistenti: Marco Dentico di Bari, Marco Belsanti di Bari

Quarto ufficiale: Abdoulaye Diop di Treviglio

Note:

Ammoniti: 81′ Daffara, 82′ Pinna, 91′ Arma
Recupero: pt. 1′, st. 4′

23^ giornata Campionato Serie C 2020 – 2021

Padova – Fermana 1 – 0

Triestina – Legnago 4 – 1

Ravenna – Modena 0 – 0

Gubbio – Sudtirol 1 – 2

Virtus Vecomp Verona – Arezzo

Carpi – Imolese 0 – 3

Perugia – Mantova 4 – 2

Matelica – Vis Pesaro 1 – 1

Sambenedettese – Fano