Marisa Vagnetti nuovo Presidente Uisp Arezzo

Il nuovo Presidente, dopo aver ringraziato chi l’ha preceduto, ha già posto le basi per le importanti sfide che l’aspetteranno nel prossimo futuro

Si è svolto domenica 10 gennaio 2021, il Congresso del Comitato Territoriale UISP di Arezzo APS che ha visto l’elezione di Marisa Vagnetti come nuovo Presidente dell’Associazione. Vagnetti succede a Gino Ciofini che ha guidato la Uisp di Arezzo per due mandati consecutivi e come da statuto associativo, non si è ricandidato.

Il Congresso nel rispetto delle norme anti-covid si è svolto in modalità mista (presenza e videoconferenza) ma questo non ha limitato la partecipazione, a dimostrazione di quanto l’Ente di promozione sportiva abbia fatto negli anni e continui a fare ancora oggi, in questo periodo difficilissimo, per il territorio. Toccati più di 100 contatti nella riunione virtuale nella piattaforma Google-Meet.

Numerosi gli interventi dei rappresentanti regionali dell’associazione, come il Presidente Regionale della UISP Toscana Lorenzo Bani, il Segretario Generale Alessandro Scali e il Vice Presidente della Uisp Nazionale Tiziano Pesce. Oltre a questi sono intervenute molte personalità della politica della provincia di Arezzo. Su tutti il nuovo Assessore allo Sport del Comune di Arezzo Federico Scapecchi, il sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni, gli assessori allo Sport dei Comuni di Bibbiena e Marciano della Chiana Francesca Nassini e Leonardo Magi. Immancabile come ad ogni congresso della Uisp di Arezzo l’intervento del delegato provinciale del Coni Prof. Giorgio Cerbai. E’ intervenuta inoltre, in rappresentanza dell’Arcigay Arezzo, la presidente Veronica Vasarri ricordando la prolifica collaborazione fra le due associazioni.

Il Presidente uscente Gino Ciofini, in un accurata e appassionata relazione del suo mandato, ha ripercorso gli 8 anni della sua presidenza evidenziando nella parte iniziale le difficoltà intercorse nella stagione attuale a causa della pandemia. Ciofini ha evidenziato come in questo contesto il rischio è non solo che venga meno la tenuta economica e sociale del Paese ma che si inaridiscano addirittura i rapporti relazionali fra le persone sempre più chiuse e concentrate nella necessità del “tirare avanti” e che si sopiscano gli stimoli e affievoliscano le vedute di prospettive positive.

E’ stato richiamato da Ciofini il governo nazionale con l’approvazione dell’auspicato decreto sulla governance per riconoscere il valore sociale dello Sport con ambiti precisi tra Sport Olimpico, di prestazione (CONI) e promozione sportiva (Sport e Salute). Ipotesi che al momento non si sono ancora concretizzate. E’ necessaria quindi una sinergia tra il Governo e i vari ambiti della Uisp (nazionale, regionale e locale). Ciofini ha ricordato i grandi numeri della Uisp aretina che è cresciuta a livello di tesseramento e di società negli anni soprattutto nell’ambito calcistico. Ed inoltre ha menzionato le numerose manifestazioni portate avanti in questi anni sulle tematiche dell’inclusione, integrazione razziale, tolleranza e diritti delle persone. Dopo i ringraziamenti al vecchio gruppo dirigente, ai dipendenti, agli arbitri e al collaboratori, con un pizzico di emozione, Gino ha chiuso il suo intervento ricordando la sua quarantennale appartenenza alla Uisp in varie vesti condividendone in pieno i suoi valori.

Il nuovo Presidente, dopo aver ringraziato chi l’ha preceduto, ha già posto le basi per le importanti sfide che l’aspetteranno nel prossimo futuro con l’intenzione di un rinnovamento del gruppo dirigente, inserendo giovani in grado di dare nuova linfa al Comitato Uisp di Arezzo.

Nel congresso insieme a Marisa Vagnetti sono stati eletti altri 14 consiglieri in parte alla prima esperienza nel comitato in parte riconfermati.
Il nuovo consiglio sarà composto da: Marisa Vagnetti, Gino Ciofini, Giovanni Ezechielli, Giorgio Fucini, Ilaria Ciofini, Romano Grotti, Barbara Taverni, Veronica Caroccia, Annunziata Gentile, Laura Gorini, Daniele Lapi, Paolo Norcini, Federico Fracassi, Daniele Vanni e Andrea Laurenzi.