Non oltrepassate quella porta

di Stefano Pezzola

Lopalco: “A Natale non invitate a casa i non vaccinati”.

Io gestisco così la mia vita, lo chiamo green pass dei piccoli circuiti sociali. Se invito da me, i non vaccinati non entrano. Se sono io ad essere ospite, mi accerto che i convitati siano muniti di passaporto verde, altrimenti mi dispiace, non vado”, così ha risposto il dr. Pier Luigi Lopalco – professore di igiene dell’Università di Pisa – in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Ma il dr. Lopalco si è spinto oltre mettendo al bando anche la stretta di mano se non si ha un igienizzante in tasca da utilizzare all’uopo.

Mai la stretta di mano a uno sconosciuto anche se la porge e, non restituendo il gesto, passiamo da maleducati. Se non si può evitare, teniamo la boccetta di igienizzante in tasca. Dal Covid abbiamo tratto una lezione. Comportamenti ossessivi no, buona igiene sì” ha dichiarato.

Impariamo innanzitutto che camminare per strada con una confezione di amuchina in tasca non è un comportamento ossessivo!

Se questa è la ricetta per evitare il dilagare del Covid durante le imminenti feste di Natale, dr. Lopalco “stia sereno”, voglio rassicurarla di cuore che non verrò a trovarla a casa, figuriamoci per cena!

Sono ben cosciente che il rischio di trasmettere il virus attraverso abbracci, baci e strette di mano non è mai pari a zero.

Mi dispiace poi deluderla, non vorrei passare per maleducato, ma io continuerò con la filosofia del “Free Hugs”, mi piace troppo.

Tra tutte le sue dichiarazioni la più esilerante è senza dubbio “la resistenza al vaccino dipende anche dalla cattiva comprensione del valore della prevenzione. Serve comunicazione. Cerchiamo di ingaggiare i medici di medicina generale e i pediatri”.

Mai verbo fu più corretto e appropriato.

Ingaggiare = assumere alle proprie dipendenze per un lavoro specializzato e a termine, iniziare decisamente un combattimento, assoldare (dal vocabolario Treccani).

Così facendo forse Lei ha la presunzione di fare pressione, di far sentire i non vaccinati fuori luogo, la loro presenza sconveniente.

Un po’ come succedeva con l’introduzione del divieto di fumo.

Mi duole deluderla, non fumo!