Perchè i vaccinati continuano ad essere così arrabbiati?

di Stefano Pezzola

I vaccinati continuano ad essere molto arrabbiati

Nel mese di settembre avevamo lasciato i vaccinati ad urlare e sbraitare nei talk show televisivi serali, e penso ad esempio a Alessandro Cecchi Paone, Klaus Davi, Roberto Burioni e Matteo Bassetti, tanto per citarne alcuni.

Sentenze e condanne per i non vaccinati che ogni giorni occupavano le prime pagine dei quotidiani nazionali main stream.

E che dire dei cinguettii?

Il virus ringrazia i no-vax” scriveva il dr. Burioni.

Nel nostro paese l’efficacia dei vaccini (specie nei più giovani, forse perché vaccinati per ultimi) rimane altissima. Chi non si vaccina fa male agli altri, ma soprattutto a se stesso. Che peccato sprecare così questo miracolo fatto dalla scienza” aggiungeva.

Cinguettii che continuano oggi a deridere i non vaccinati.

O dicono balle o portano sfiga. Con due miocarditi per milione di dosi di vaccino (dati ISS) tertium non datur” ancora il dotto dr. Burioni.

Non fidarti dei cialtroni, quelli non stanno salvando il mondo, stanno solo cercando un po’ di fama, stanno solo tentando di salvare sé stessi dalla vergogna che sempre più li affonderà. Insomma, caro amico dal dubbio facile e radicato, sii egoista, sii altruista. Vaccinati” infine l’ospite fisso della trasmissione di Fabio Fazio.

Il consiglio oggi – preso atto che lo scorso ideologico non si è per nulla smorzato – è sempre lo stesso.

Vaccinati: vivete con gioia ed allegrezza se potete!

Grazie al pass ad impatto zero avete il permesso addirittura di entrare al lavoro.

E fra poco riuscirete nella missione salvifica di chiudere in casa con doppia mandata alla porta i non vaccinati, privandoli del permesso di andare al cinema, teatro, musei, concerti e persino alle partite di calcio seppur tamponati.

Dopo la terza dose il Vostro green pass sarà confermato e sarete immuni contro il virus SARS COV-2 fino ai prossimi 10 anni.

Lo affermano eminenti virostar televisive nostrane e quindi non può che essere vero!

Non dovete piu’ avere paura quindi, adesso non avete davvero nulla da temere.

Protetti i non vaccinati con un gesto di generosità e di altruismo, il Vostro compito lo avete assolto appieno.

Lo dice la scienza.

E quindi GRAZIE!

Adesso però sopraggiunge una nuova notizia e non è per niente confortante.

Un nuovo effetto collaterale riscontrato in molti pazienti ai quali è stato inoculato il vaccino Comirnaty di Pfizer BioNTech: si chiama “mania acuta con caratteristiche psicotiche”.

E’ quanto contenuto in articolo pubblicato sul nuovo numero di “Brain Behavior & Immunity – Health” e relativo ad uno studio condotto dal Bakırköy Psychiatric Hospital di Istanbul, in Turchia.

Il nuovo studio ha evidenziato la presenza di un nuovo effetto avverso rilevato su pazienti che mostrerebbero per la prima volta episodi di mania acuta con caratteristiche psicotiche dopo la somministrazione del vaccino mRNA BNT162b2, ovvero Pfizer.

E’ proprio vero allora: salvate i vaccinati da loro stessi se questo deve essere il risultato.

Fino a qualche mese fa – prima di iniziare il rito quasi religioso dell’inoculazione della terza dose del siero benedetto – avevate comportamenti accidiosi, aggressivi, non disponibili al dialogo, con la verità assoluta sempre in tasca.

Oggi rischiamo di trovarci di fronte non piu’ quelli che hanno rispettato le regole e gli obblighi di questo choc sanitario contro gli irresponsabili freevax, ma psicopatici talebani in preda a manie acute e psicotiche.

Non piu’ semplicemente arrabbiati, quindi.

Del resto – è acclarato – negli ultimi mesi in associazione alla vaccinazione si sono spesso verificate reazioni correlate all’ansia, incluse reazioni vasovagali, iperventilazione o reazioni correlate allo stress.

E per tanti vaccinati imparare che come per tutti i vaccini, la vaccinazione con Comirnaty non protegge coloro che lo ricevono – tutt’altro – ha fatto crescere in molti un senso di frustrazione, quella sensazione per nulla piacevole di quando Ti hanno fregato, ingannato, quando percepisci insomma che chi avrebbe dovuto prendersi cura della tua salute invece Ti ha mentito spudoratamente.

I vaccinati si sono fidati della scienza con la s minuscola, dei medici prezzolati, degli scienziati collusi e dei politici incompetenti e privi di scrupoli.

Avete mai pensato di chi si siano invece fidati i non vaccinati?

Guardandoli negli occhi vedo persone stanche, che trovano però l’energia di scendere in piazza pacificamente, persone in fondo felici, perché conoscono il significato di vivere.

Ed allora rinnovo il mio amichevole consiglio.

Perdete la pazienza vaccinati, ma non nei confronti dei non vaccinati.

Siate arrabbiati, ma non contro chi nutre dei dubbi sul vaccino anti Covid-19.

Per tutti è arrivato il tempo di esigere una informazione chiara e trasparente.

Basta Burioni, Bassetti, Pregliasco e compagnia cantante in televisione!

Vogliamo una informazione improntata al contradditorio, che nelle differenze di opinioni trovi un buon motivo per confrontarsi e non deridersi.

E siate sereni, un non vaccinato non è una minaccia per voi.

I dati dei contagi confermano che medici ed infermieri, maestre e professori, vaccinati con doppia dose, hanno ugualmente contratto il virus contagiando colleghi, pazienti e studenti.

Insomma questa novella delle punture miracolose – a proposito non è dato conoscerne ad oggi il numero esatto (2,3,4,5 dosi?) – probabilmente non è così veritiera.

Che ne dite?

L’uomo si distrugge con la politica senza princìpi, col piacere senza la coscienza, con la ricchezza senza lavoro, con la conoscenza senza carattere, con gli affari senza morale, con la scienza senza umanità, con la fede senza sacrifici”.