Rissa ad Arezzo in Piazza San Francesco: arrestati 4 giovani

Arezzo Poco dopo le 18.00 di ieri, i Carabinieri della Sezione Radiomobile e della Stazione di Arezzo sono intervenuti a Piazza San Francesco dove era stata segnalata una rissa tra giovani.

All’arrivo delle pattuglie tutti i partecipanti cercavano di darsi alla fuga ed alcuni di essi tentavano anche di nascondersi dietro le autovetture parcheggiate o all’interno dei portoni lasciati aperti delle abitazioni.

Venivano bloccati quattro ventenni, due italiani, un kosovaro e un marocchino, che avevano partecipato attivamente alla rissa e di cui riportavano i segni al volto e sul corpo.

Erano poi visibilmente sotto l’effetto di sostanze alcoliche.

I militari dell’Arma, acquisendo le testimonianze delle persone che si trovavano nella piazza al momento dei fatti ed analizzando i video effettuati dagli abitanti della zona, accertavano che i giovani facevano parte di un gruppo di ragazzi che erano arrivati ad Arezzo dalla Valtiberina per festeggiare il compleanno di uno di loro.

Avevano ecceduto nel bere e, dopo essersi visti rifiutare la richiesta di altri alcolici da parte dei gestori dei bar e dei locali, avevano deciso di divertirsi infastidendo coloro che si trovavano al di fuori degli esercizi pubblici che nel frattempo stavano ultimando le operazioni di chiusura per le ore 18.00.

L’ennesima provocazione è stata la scintilla che ha scatenato la rissa, durante la quale una decina di giovani si sono picchiati con calci, pugni ed utilizzando delle aste metalliche.

I quattro sono stati quindi arrestati per rissa aggravata, proposti per l’emissione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Arezzo per tre anni e sanzionati per la violazione della normativa in materia di contenimento della pandemia da Covid 19.

Sono in corso le indagini per identificare gli altri coinvolti nella rissa.