San Giovanni V.no: approvato il bilancio di previsione 21-23

Nove milioni di investimenti per le opere pubbliche nel 2021 che saliranno a tredici milioni nel 2022. Particolare attenzione all'istruzione, alla tutela del territorio e dell'ambiente, alle politiche sociali, alla cultura, allo sport e all'innovazione tecnologica

Durante l’ultima seduta del consiglio comunale, di venerdì 29 gennaio, è stato approvato, a maggioranza, il bilancio di previsione per gli anni 2021-2023 del Comune di San Giovanni Valdarno.

In questo secondo anno e con questo secondo bilancio continua a prendere forma e a concretizzarsi il programma elettorale con il quale mi sono presentata ai cittadini”, ha commentato il sindaco Valentina Vadi.

“Nonostante l’incertezza e le numerose problematiche che abbiamo dovuto affrontare in un periodo tanto complesso, siamo orgogliosi di aver approvato il documento nei tempi previsti dalla legge evitando, quindi, l’esercizio provvisorio. Vorrei sottolineare che questo secondo bilancio, in epoca di emergenza sanitaria, si dispiegherà pienamente nel corso dell’anno attraverso una serie di atti correttivi che saranno determinati, da una parte dalle risorse che il Governo metterà nuovamente a disposizione degli Enti locali per far fronte agli effetti della pandemia, dall’altra da contributi attesi che si concretizzeranno nei prossimi mesi”.

9 milioni di investimenti per le opere pubbliche nel 2021 che saliranno a 13 milioni nel 2022 con particolare attenzione all’istruzione, alla tutela del territorio e dell’ambiente, alle politiche sociali, alla cultura, allo sport e all’innovazione tecnologica.

Sulle strade, nel corso di quest’anno, saranno spesi circa 700 mila euro in più rispetto agli interventi di manutenzione ordinaria previsti dall’accordo quadro, 1 milione e mezzo sarà disposto per la realizzazione del secondo lotto della ciclopista Arno e 300 mila euro nella ciclopista del Chianti. Sarà rifinanziato l’accordo quadro per le asfaltature, proseguiranno gli interventi sulla sicurezza stradale con 8 nuovi attraversamenti pedonali illuminati nella SR69, cominceranno i lavori per la realizzazione di una rotatoria di intersezione tra la SR69 e via Maestri del Lavoro quasi per intero finanziata dalla Regione Toscana.

Avanti anche le opere relative alla edilizia scolastica con un serie di progettualità da candidare alla graduatoria dei mutui Bei che riaprirà la finestra triennale nella prossima primavera.
Dopo una lunga attesa, sarà inaugurata la nuova Biblioteca di Piazza della Libertà che diventerà anche un centro di aggregazione e un laboratorio culturale.
Verrà completata anche la porzione ricostruita della scuola elementare e materna del Doccio.

Importante, per la promozione del territorio, il progetto degli Uffizi Diffusi e il Progetto di riqualificazione del Centro Storico, quest’ultimo possibile grazie al contributo della Regione Toscana.