Sottrae carta di credito ad una donna in treno e ci fa acquisti, pregiudicato nigeriano denunciato dai carabinieri

Pregiudicato nigeriano scoperto dai carabinieri e denunciato per ricettazione ed uso indebito di carta di credito

MONTEVARCHI – Continuano senza sosta i servizi mirati alla prevenzione ed alla repressione dei reati predatori da parte dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno.

Stavolta ad entrare in azione, con una vera e propria indagine lampo, sono stati i Carabinieri della Stazione di Montevarchi. L’episodio su cui è stata fatta luce risale allo scorso autunno.
Una giovane donna, originaria della Provincia di Siena, aveva denunciato il furto della propria carta di credito. Con ogni probabilità, in base al racconto della vittima del furto, lo stesso era avvenuto sul treno regionale, lungo la tratta Firenze-Arezzo. Infatti la donna, che si trovava appunto a bordo del treno, riferiva di essersi addormentata in prossimità della Stazione di Figline Valdarno. Quando dopo un po’ si era svegliata, si era resa conto di non aver più la carta di credito.

Data la vicinanza con lo scalo ferroviario di Montevarchi, dell’indagine si è occupata proprio la Stazione Carabinieri del popoloso centro valdarnese, che ha proceduto immediatamente ad effettuare tutti gli approfondimenti investigativi potenzialmente utili. I Carabinieri non hanno trascurato nessuna pista investigativa, ed hanno compiuto indagini a 360 gradi, ascoltando testimoni, consultando ore di riprese dei circuiti di videosorveglianza della stazione ferroviaria e delle vie limitrofe, nonché ricostruendo meticolosamente le operazioni bancarie effettuate con la carta rubata.

La certosina tenacia dei Carabinieri di Montevarchi, coadiuvati anche dai colleghi di Pienza, ha infine dato i frutti sperati. Gli investigatori sono infatti riusciti a ricostruire una serie di transazioni effettuate proprio a Montevarchi. in particolare, decisive per l’identificazione del malvivente sono state le immagini catturate dalle telecamere interne di un negozio cittadino, all’interno del quale il pregiudicato nigeriano si era recato per acquistare un orologio ed altri beni di consumo. Acquisti per una cifra non rilevantissima – poco meno di 100 € – che però si sono rivelati fatali per il malvivente.

I Carabinieri, infatti, una volta identificata la transazione, hanno acquisito le immagini del circuito di videosorveglianza del negozio, sia interne che esterne, e, attraverso un’attenta analisi comparativa, sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo. Lo stesso veniva infatti riconosciuto senza alcun dubbio in un giovane pregiudicato nigeriano, ben noto ai Carabinieri di Montevarchi, che in svariate occasioni, in precedenza, lo hanno già deferito per delitti contro il patrimonio, nonché per reati riguardanti gli stupefacenti.
Alla luce dell’evidente quadro indiziario, il pregiudicato è stato quindi deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo, per ricettazione (si ricorda infatti che la carta di credito era di provenienza furtiva, sebbene non vi fossero elementi sufficienti per affermare che sia stato proprio il giovane nigeriano a rubarla), nonché per indebito utilizzo di carta di credito e pagamento.