50 domande sul Covid-19 che pretendono risposte da parte del Ministro Speranza

di Stefano Pezzola

Un documento dedicato al dr. Giuseppe De Donno ed al dr. Franco Trinca e a tutti i martiri della ricerca della verità merita senza dubbio di essere analizzato con attenzione.
Il Comitato “11 aprile” e i medici firmatari di questo documento denunciano le mancanze, gli errori, la mal gestione, i falsi scientifici e le azioni contrarie alle leggi e Scienza medica, nell’epidemia denominata COViD-19.

Nero su Bianco.
Ecco quindi il documento in formato .pdf (50 Domande sulla Campagna Vaccinale e sulla Gestione Covid-19).
Ne suggerisco una approfondita e attenta lettura.
Premesso che i farmaci mRNA contro il virus SARS COV-2 non sono indispensabili, essendo la malattia denominata Covid-19 una infezione curabile e spesso non grave, è assolutamente impensabile pretendere di vaccinare contro questi tipi di virus che formano continue quasispecie e per i quali non è percorribile la strada di una immunità di gregge indotta da vaccino” dichiarano i firmatari.

Premesso che ormai è chiaro che non si dovrebbe mai vaccinare durante una epidemia, per cui questi farmaci mRNA risultano superflui e talvolta controproducenti, inducendo innumerevoli varianti e causando reazioni avverse anche molto gravi, nel citato documento vengono poste 50 semplice e chiare domande al governo e alle autorità sanitaria che pretendono risposte altrettante semplici, dirette e formulate in modo esplicito” aggiungono.
Risposte scientificamente documentate.
Se tutte le ipotesi formulate sull’allegato documento risultassero fondate, vere e scientificamente documentate, ci troveremmo di fronte alla piu’ clamorosa e drammatica frode della storia dell’umanità – concludono i medici firmatari – con le autorità sanitaria responsabili di una catastrofe senza precedenti“.