La redazione di Arezzoweb cresce: arriva Roberto Fiorini

Roberto Fiorini
Roberto Fiorini

di Stefano Pezzola

E’ con grandissima soddisfazione che ho il piacere di presentarVi Roberto Fiorini, Classe 1965.
Lui adora i Peanuts e Dave Grusin ma legge compulsivamente Baricco ed ascolto Keith Jarrett.
Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato” si legge in un cartello scritto a mano nello studio di Albert Einstein all’università di Princeton.
Quello che conta davvero per me spesso non può essere contato, una sorta di utilità dell’inutile” è cosi che Roberto ama descriversi.
Ma io ora provo a raccontarvelo, per chi non lo conoscesse già (fa finta di nulla ma è stato anche aretino dell’anno nell’anno 2011).

E’ promotore del “Giardino delle IDEE” ancora oggi uno dei suoi più grandi sogni.
Roberto è riuscito con le sue sole forze, senza denaro pubblico e un gruppo di fedeli amici ad illuminare la cultura aretina con ospiti di respiro nazionale ed internazionale, portando ad Arezzo nomi del calibro di Margherita Hack, Paolo Mieli, Laura Morante, Valerio Massimo Manfredi, Silvia Avallone, Alberto Angela, Margaret Mazzantini, Susanna Tamaro e Clara Sanchez, questi sono solo alcuni dei tanti scrittori che sono stati sui graditi ospiti.

Si perchè la lista dei personaggi che hanno calpestato la verde erba del “Giardino delle IDEE” è lunghissima, nei sui 16 anni di attività sono stati ben 214 le personalità che si sono raccontate nella nostra Arezzo.

Ed ora Roberto torna finalmente a fare la cosa che gli piace di più, masticare libri come fossero caramelle e così curerà per noi la rubrica “Libri per tutte le orecchie” per raccontare e raccontarci i suoi amati amici libri.