66ᵃ edizione de “Il Cavallino d’Oro: in testa Mirko Lazzarini

Al termine del girone di andata Mirko Lazzarini guida la classifica parziale della 66esima edizione premio calcistico più antico d’Italia.

Il Cavallino d’Oro è giunto alla sua 66esima edizione. Al termine del girone di andata del campionato di serie D 2022/2023 girone E, la squadra di mister Paolo Indiani è posizionata al secondo posto in classifica

Il giocatore che comanda la classifica del premio messo in palio dal Quartiere di Porta Santo Spirito è Mirko Lazzarini con una media voto di 6,36. Il numero 17 della squadra amaranto è tallonato da Giacomo Risaliti 6,29. Al terzo posto ecco Roberto Convitto con 6,28 a seguire il capitano Andrea Settembrini media voto 6,25 e Lorenzo Polvani 6,21.

Sono tutti molto vicini i primi cinque in classifica ma la corsa è ancora molto lunga e può dare spunti, opportunità a tutti i giocatori dell’Arezzo per giocarsi fino all’ultima giornata la vittoria per scrivere il proprio nome nel prestigioso Albo d’Oro del trofeo.

Fu il Rettore Giulio Teoni del Quartiere di Porta Santo Spirito nel lontano 1958 ad istituire il premio per il miglior giocatore dell’Us Arezzo che si fosse distinto per il maggiore e il migliore rendimento sia dal lato tecnico che da quello agonistico. Il primo a vincere il Cavalino d’Oro fu Gianfranco Bozzao al quale fu assegnata una medaglia d’oro. Dall’anno seguente il riconoscimento fu sostituito con un trofeo in oro raffigurante il cavallino rampante stemma della città. Nella passata edizione 2021/2022 ad aggiudicarsi il premio fu Elio Calderini.

Il premio del quartiere di Porta Santo Spirito è in collaborazione con la ” Tabaccheria Francini ” di Ponte a Chiani.