Tour degli assessori provinciali nelle scuole superiori

124
Scuola

AREZZO – Da domani e ogni martedì, per due mesi, gli assessori provinciali all'Edilizia scolastica ed alla Pubblica istruzione visiteranno le scuole superiori del territorio provinciale incontrando dirigenti scolastici e insegnanti. "Vogliamo affrontare congiuntamente le necessità del territorio per ottimizzare la nostra azione politico-amministrativa", hanno spiegato Francesco Ruscelli e Rita Mezzetti Panozzi presentando l'iniziativa. Quella dell'edilizia scolastica è un priorità per l'amministrazione provinciale nonostante manchino ormai dal 2004 finanziamenti dal Governo. "Abbiamo investito con risorse proprie dell'ente 18 milioni di euro nella scorsa legislatura sulle scuole del territorio – ha affermato l'Assessore Ruscelli – e gli appalti in corso ammontano a 13 milioni con opere importati quali il quarto lotto del Polo scolastico di Arezzo e il completamento dell'ampliamento del convitto dell'Istituto di Pieve Santo Stefano. Abbiamo già stanziato finanziamenti per interventi significativi quali lo spostamento del Liceo Musicale di Arezzo in piazza Grande, per 500.000 euro, e complessivamente gli investimenti previsti nel piano triennale dei lavori pubblici 2010-2012 sono di oltre 10 milioni di euro". Il tour nelle scuole degli amministratori provinciali arriva in un momento particolare, pochi giorni dopo l'approvazione della riforma Gelmini. "Siamo in una fase di cambiamento epocale – ha detto l'Assessore Mezzetti Panozzi -, ma siamo preparati perché abbiamo seguito il dibattito che ha portato alla riforma studiandone conseguenze ed effetti per il nostro territorio. Per conoscere con certezza le ricadute sulle nostre scuole bisognerà comunque attendere l'emanazione dei decreti attuativi, fermo restando che per il prossimo anno l'unica cosa che cambierà saranno i nomi delle scuole. In prospettiva dell'anno scolastico 2011-2012, invece, saranno molti i nodi da sciogliere e faremo un lavoro serrato di confronto con dirigenti scolastici, insegnanti, genitori e studenti. Lo scopo di queste visite nelle scuole è anche quello di avere un quadro preciso della situazione in questa prospettiva, e la presenza di entrambi gli Assessori è indispensabile perché nessun indirizzo e nessun cambiamento è a costo zero. Quello che vogliamo fare al termine di questo giro è varare un indirizzo di programmazione che possa avere le gambe per camminare e non sia un libro dei sogni", ha concluso l'Assessore provinciale alla pubblica istruzione. Le prime scuole ad essere visitate saranno gli Istituti "V. Fossombroni", "Piero della Francesca" e "G.Galilei" di Arezzo.