Lanificio di Stia – Museo del Bosco e della Montagna Stia

308

Per il terzo anno consecutivo il Museo dell’Arte della Lana di Stia e l’EcoMuseo del Casentino organizzano l’evento “..a far le cose bene CI VUOLE IL TEMPO CHE CI VUOLE”, iniziativa  incentrata sulla valorizzazione e promozione delle arti e dei mestieri locali.

Un fine settimana per riscoprire i mestieri di una volta, ma non solo, assistendo a dimostrazioni di attività secolari, sopravvissute grazie al motore della passione, o a particolari forme artigianali,  tutte accomunate da un medesimo denominatore: la creatività. Il tema d’approfondimento scelto quest’anno è la lavorazione del lino, la più antica delle fibre tessili vegetali. Esperti ed appassionati della materia racconteranno le proprie esperienze nel convegno che si terrà sabato 20 settembre dalle 16.30 alle 19 al Museo dell’Arte della Lana. Il convegno introdurrà la giornata di domenica 21 settembre quando nel piazzale del Lanificio si svolgerà la mostra-mercato con dimostrazioni dal vivo degli artigiani. Sarà dato spazio sia agli artigiani ancora in attività sia a chi non lo è più o a chi si è progressivamente evoluto nelle tecniche produttive.

Nei locali e nel giardino pensile del Museo del Bosco e della Montagna saranno a disposizione di bambini ed adulti giochi, passatempi e rompicapo con l’Associazione l’”Ingegneria del Buon Sollazzo” per “allenare” le mani e la mente… partecipazione gratuita.

L’evento quest’anno assume un valore ancor più significativo vista la presenza delle originalissime biciclette dei mestieri esposte al Museo dell’Arte della Lana, nell’ambito della mostra di antichi bicicli “Pedalando nel Passato: storie di uomini e di mestieri”. La mostra, che resterà allestita al Museo fino al prossimo 16 novembre, illustra alcune delle tappe più significative dello sviluppo dei veicoli a due ruote. Nella prima sezione sono esposti antichi bicicli che fanno parte delle collezioni del Museo Galileo, solitamente conservati nei depositi, mentre la seconda è dedicata alle biciclette dei mestieri che fanno parte della collezione di Marco Paoletti: vere e proprie botteghe ambulanti, queste biciclette sono state modificate e attrezzate con vari strumenti per lo svolgimento di diverse attività. Risalenti al periodo tra i primi anni del Novecento e il secondo dopoguerra, offrono uno spaccato di vita popolare e documentano antichi mestieri, come l’arrotino, il venditore di sale, il venditore di burro, il cardatore, alcuni dei quali oggi scomparsi ma che eventi come CI VUOLE IL TEMPO vogliono ricordare.

 

Novità di quest’anno per sabato 20 settembre escursioni e passeggiate a piedi e in bicicletta con pedalata assistita intorno al paese di Stia a partire dalle ore 9.

Programma

Ore 9,00 – Ritrovo presso il Lanificio di Stia. Suddivisione in gruppi in base alla scelta dell’escursione.

1° GRUPPO: Partenza per l’escursione (con guida gratuita) in MTB nella Valle dell’Oia.

2° GRUPPO: Visita (con guida gratuita) alla Pieve Romanica “Santa Maria Assunta” e al Museo del Bosco e della Montagna. A seguire passeggiata in bicicletta (con pedalata assistita) fino a Mulin di Bucchio, primo mulino sull’Arno ancora ben conservato con sosta presso il Santuario di Santa Maria delle Grazie, gioiello architettonico del primo Rinascimento Toscano.

Possibilità di partecipazione con mezzi propri o possibilità di noleggio di MTB e di biciclette con pedalata assistita.

Ore 13,00 – Ritrovo di tutti i partecipanti presso Mulin di Bucchio per il pranzo con prodotti tipici. Costo del pranzo € 15,00.

Ore 15,30 – Ritorno a Stia con arrivo al Museo dell’Arte della Lana: Visita alla mostra di antichi bicicli “Pedalando nel passato: storie di uomini e di mestieri” e al Museo (biglietto unico: € 4,00).