Servizi estivi per anziani

L?assegno di cura è il nuovo servizio erogato a favore degli anziani dall?assessorato alle Politiche sociali che, in previsione della solitudine in cui versano numerosi appartenenti a questa categoria nel mese di agosto, ha provveduto a potenziare servizi specifici già esistenti.
La maggioranza dei servizi rivolti agli anziani ? ha sottolineato l?assessore Rossella Angiolini – hanno come obiettivo il sostegno della domiciliarità e quindi il mantenimento dell?anziano nel proprio ambito sociale. Per ulteriori informazioni, telefonare al proprio Presidio di appartenenza: ( telefono 1° Presidio ? 0575/939720- 2° Presidio ? 0575/985400 ? 3° Presidio ? 0575/292240).

ASSEGNO DI CURA
L?assegno di cura ha l?obiettivo di fornire risposte assistenziali personalizzate che tengano conto dell?andamento dei bisogni della persona assistita o di chi porta assistenza e può essere erogato in alternativa alla assistenza domiciliare. I destinatari sono gli anziani ultrasessantacinquenni o anziani con invalidità del 75% e oltre.Consiste in un intervento economico che può variare secondo l?ISEE degli interessati da 130,00 a 250,00 ? al mese ed è finalizzato a incentivare alla cura e all?accudimento i familiari degli anziani..

CUSTODE SOCIALE ? ( assistenza e domiciliarità)
L?obiettivo è rappresentato dal miglioramento dello standard di vita delle persone anziane che rimaste sole hanno bisogno di appoggiarsi a figure di fiducia per organizzare e gestire la propria quotidianità.
Il Custode Sociale si pone come elemento di supporto che lavora sul campo come tutor o come sensore del territorio per collaborare con i servizi esistenti nella promozione e nel mantenimento del benessere psico-fisico e della qualità della vita e delle persone anziane.Il servizio è attivo dall?inizio dell?anno.

PROGETTO ALZHEIMER ?
Si pone l?obiettivo di riconoscere i bisogni di quanti sono colpiti dalla malattia e di
supportare la famiglia su cui grava il carico della cura attraverso l?erogazione di contributi economici finalizzati al mantenimento della persona malata in famiglia o attraverso l?accoglienza in Casa di Riposo o Centro Diurno. Nel caso vengano
richiesti aiuti economici il progetto ha l?obiettivo di offrire a coloro che forniscono l?assistenza un aiuto concreto per alleggerire l?impegno assistenziale dei familiari e mantenere la loro capacità di vivere la vita sociale, provvedendo contemporaneamente ai bisogni e al benessere del familiare colpito dalla malattia.
Il contributo sarà erogato in base ai parametri ISEE da un massimo di 258,00 ? al mese e un minimo di 129,00 ? al mese.
Possono accedere all?intervento tutte le persone affette da Alzheimer o malattie similari regolarmente certificate.

ASSISTENZA DOMICILIARE DI EMERGENZA ?
Prevede interventi di assistenza domiciliare per anziani o disabili soli, da attivare anche nel giro di mezza ora dalla richiesta.
Viene attivato dalla assistente sociale su richiesta dell?interessato o su segnalazione dei familiari.
Prevede interventi per gravi bisogni vitali imprevedibili (il vitto, la consegna di medicinali, una malattia improvvisa ecc..).
L?assistenza domiciliare di emergenza può essere attivata per un massimo di 2 ore ed è gratuita.

ASSISTENZA FAMILIARE 24/h SU 24h AD ANZIANI – (da parte di donne formate)
Il Comune forma le donne, esercita la supervisione periodica, assegna un
buono servizio differenziato per redito alle famiglie che assumono regolarmente.L?anziano ha il vantaggio di avere una persona preparata, a costi accessibili, sicura.La donna straniera ha il vantaggio di avere un lavoro regolare e una formazione.Il rapporto di lavoro si stabilisce direttamente tra la donna e la famiglia ed è quello del contratto di lavoro domestico. Il costo medio per le famiglie è di ? 800 ? 900 al mese

ACCOMPAGNAMENTO FUORI DI ANZIANI DA PARTE DI GIOVANI
Giovani di associazioni accompagnano anziani a passeggio, al cinema, al cimitero, ad un concerto, a trovare un nipotino.
Il Comune assicura la preparazione e motivazione dei giovani, nonché la supervisione. Il Comune, inoltre, dà all?anziano un buono servizio del valore di ? 5,70. L?anziano aggiunge ? 1,60.
Il rapporto si stabilisce tra l?anziano e l?associazione. L?anziano sceglie il giovane e concorda l?orario.

CENTRO DIURNO – via Malpighi ?
Accoglienza diurna di anziani al limite dell?autosufficienza.
E, inoltre, alcuni posti per permanenze anche notturne temporanee a sollievo delle famiglie.

PROGETTO PODOLOGIA
Prestazioni a domicilio o presso uno studio, da parte di un podologo professionista.
Il Comune eroga al?anziano un buono servizio, l?anziano integra per una cifra modesta.

LAVANDERIA A DOMICILIO
Ritiro e riconsegna a domicilio dell?anziano.
Il Comune eroga all?anziano un buono servizio, l?anziano integra per una cifra modesta.

Articlolo scritto da: Andrea Mercanti