Replica dell?assessore Matteucci

L?assessore Giuseppe Matteucci ha replicato alla dichiarazione della senatrice Monica Bettoni riguardante i servizi scolastici del Comune di Arezzo.

?Il Comune di Arezzo non nega né l?acqua né niente ai bambini, ma a fronte di famiglie che scelgono di non iscrivere i figli al servizio mensa e decidono di far loro portare un panino da casa, per prevenire discriminazioni e disagi psicologici ai bambini stessi si è chiesto ai Dirigenti Scolastici di organizzare in modo idoneo l?uso degli spazi, al fine di evitare ai piccoli di mettersi in costante comparazione tra di loro. Quindi una precauzione suggerita a tutela dei piccoli. E? chiaro che ai bambini che arrivano con il panino nessuno negherà un bicchiere d?acqua; quello che si intende nella nota interna trasmessa ai direttori e ai Presidi (non ai genitori!) è che tutte le forniture del servizio mensa sono indirizzate a chi è iscritto al servizio. La lettura fatta dalla senatrice Bettoni è una cosa inaudita che indigna per il solo fatto che sia stata pensata. Anzi, lo spirito dell?amministrazione è tale che i bambini iscritti al servizio mensa che non esibiscono il buono pasto ricevono ugualmente il pranzo. Quindi si tratta di un attacco, quello della senatrice Bettoni, frutto di malanimo. Dopo anni da consigliere comunale, da politico locale, dimostra di non avere rapporto con il territorio né di conoscere come si lavora al Comune di Arezzo nei servizi educativi. Diversamente non avrebbe dato questa lettura prevenuta della situazione?.

Articlolo scritto da: Comune di Arezzo