Cento più uno film e un paese

Il manifesto dei 100 +1, presentato dal Ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli, in occasione dell’apertura della 63° Mostra internazionale d’arte cinematografica, è stato al centro di un dibattito a "Le giornate degli autori" Domenica 3 Settembre, promosso da Provincia di Pisa e Mediateca Regionale – Toscana Film Commission.

Si tratta, come detto nel manifesto, non solo di salvare ma di difendere con tutti i mezzi un patrimonio dell'identità collettiva italiana, rappresentato da 100 film da dichiarare di pubblico interesse cui garantire non solo la sopravvivenza ma anche la più ampia circolazione a fini educativi e culturali. Una sorta di "statuto speciale" che consenta di salvaguardare una memoria destinata altrimenti a sparire o a circolare entro il ristretto pubblico degli specialisti.

Il manifesto vede il sostegno, tra gli altri, della Biennale di Venezia e del Sindacato Nazionale critici cinematografici, come hanno sottolineato con grande passione i rispettivi presidenti Davide Croff e Bruno Torri. Ha visto l'interesse fattivo di Gaetano Blandini direttore generale del Ministero dei Beni Cultutrali, Luciano Sovena amministratore delegato dell'Istituto Luce, e di uomini del mondo della cultura quali Dario Fo, Dacia Maraini, Vincenzo Cerami e Sergio Zavoli.
Il dibattito è stato introdotto dal Presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni, che ha rappresentato una delle primissime istituzioni italiane ad appoggiare con convinzione l'iniziativa.

Iniziativa della Provincia di Pisa
e della Mediateca Regionale-Toscana Film Commission

Articlolo scritto da: Stefano Pezzola