ICI: il termine ultimo per il pagamento è il 20 dicembre

Il 20 dicembre è il termine ultimo per il pagamento della seconda rata ( saldo) dell’Imposta Comunale sugli Immobili relativa all’anno 2006. Dall’importo da versare deve essere detratto l’acconto anticipato a giugno. L’aliquota di riferimento è del 6,3 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze e per gli immobili concessi in locazione a titolo di “abitazione principale” del locatario. L’applicazione dell’aliquota agevolata del 6,3 per mille è prevista solo per gli immobili concessi in locazione con contratto-tipo concordato ed è limitata al periodo dell’anno in cui si è verificata tale condizione certificata mediante apposita comunicazione obbligatoria da presentare all’ufficio Tributi entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento e da non ripetersi a contratto invariato. Per tutte le altre categorie di immobili l’aliquota è del 6,7 per mille. La detrazione per abitazione principale è di 135 euro e la maggiore detrazione è di 258 euro.
Nulla è dovuto da parte di coloro che hanno optato per il pagamento in unica soluzione nel mese di giugno scorso.
Utile ricordare la novità introdotta dalla legge 286 del 24 novembre 2006 che prevede l’aumento del 40% del moltiplicatore da utilizzare per ottenere il valore degli immobili accatastati nel gruppo “ B”. Con decorrenza 3 ottobre 2006, il valore ai fini ICI per detti immobili deve essere calcolato moltiplicando la rendita catastale, debitamente rivalutata, per il coefficiente 140. Si ricorda che in tale gruppo sono compresi gli immobili destinati a finalità di pubblico interesse quali uffici pubblici, collegi, ospizi, scuole, laboratori scientifici, biblioteche, gallerie, musei ecc.
Ulteriori informazioni riguardanti il versamento dell’imposta sono presenti sul sito del Comune di Arezzo www.comune.arezzo.it all’interno del quale si trova anche un foglio di calcolo che permette di determinare esattamente l’imposta da corrispondere. Le stesse informazioni possono altresì essere reperite su appositi opuscoli stampati in proprio dal Comune e distribuiti presso l’Ufficio Tributi, l’InformaComune, l’InformArezzo, le sedi delle Circoscrizioni e tutte le edicole del centro e della periferia.