ARCI: Ferma condanna per il gesto contro l’Ulivo degli Ebrei

AREZZO – L’Arci esprime la più ferma e decisa condanna per il gesto sconcertante compiuto da ignoti che nella notte hanno sfregiato l'Ulivo del Campo degli Ebrei a Pescaiola.
Un gesto di una gravità inaudita compiuto proprio in concomitanza con la ricorrenza della Giornata della Memoria (27 gennaio).
Un gesto che non deve essere sottovalutato, non si tratta di giovani sprovveduti, di innocenti goliardi, ma di persone che devono essere individuate ed isolate.
L’invito a tutta la cittadinanza è quello di unirsi con ancora maggiore forza contro questi estremismi nazifasciti e partecipare in massa alle tante iniziative dedicate alla Giornata della Memoria che in questi giorni si svolgono nella nostra provincia.
L’invito è anche per le autorità giudiziarie affinché individuino al più presto i responsabili di questo scempio.