Donne aretine a lezione di sicurezza

AREZZO – Lunedì 5 e mercoledì 7 marzo presso la palestra dell’istituto Cesalpino prove dimostrative aperte gratuitamente a tutte le donne. “Non formiamo giustiziere della notte, ma persone consapevoli dei rischi e in grado di difendersi”. Docenti esperti in arti marziali, autodifesa e psicologia insegnano le tecniche per prevenire il pericolo o affrontarlo senza perdere la calma, in un percorso adatto a donne di qualsiasi età e forma fisica.

L’Associazione dei Commercianti torna a parlare di sicurezza dopo il crescendo di episodi criminosi che ha coinvolto alcuni esercizi commerciali aretini negli ultimi mesi. E lo fa con un’iniziativa sperimentale dedicata alle donne: un progetto formativo sulla difesa personale realizzato in collaborazione con lo Zen Shin Club Arezzo, che prenderà il via lunedì 5 e mercoledì 7 marzo con un paio di lezioni dimostrative gratuite aperte a tutte le donne.

“Non si tratta di formare delle giustiziere della notte” spiega Anna Lapini, presidente provinciale del Gruppo Terziario Donna e promotrice del progetto sulla sicurezza femminile “ma donne consapevoli e più sicure di sé, in grado di reagire al pericolo senza farsi paralizzare dalla paura”.

“Purtroppo” prosegue la Lapini “capita spesso di sentirsi vulnerabili, durante il lavoro come nella vita di tutti i giorni. E’ una sensazione che gli imprenditori del terziario conoscono bene, forse perché più esposti di altri a certi rischi. E se gli uomini possono contare su riserve energetiche meglio strutturate, le donne a volte si sentono più fragili e spaventate”.

“E’ qui che possiamo intervenire con una formazione adeguata” sottolinea “per arginare gli effetti psicologici della paura”.

Per partecipare al corso non c’è bisogno di avere alcuna preparazione atletica. I docenti, tra cui figurano lo psicologo Giorgio Nardone e il campione mondiale Hermann di Mauro, sono esperti di autodifesa, arti marziali e psicologia. Insegneranno a prevenire e contrastare i rischi con tecniche semplici ma efficaci, adatte a donne di ogni età e caratteristica fisica.

Le lezioni, sei di due ore ciascuna, si terranno presso la palestra della scuola “Cesalpino” di Arezzo, in via Porta Buia. “Invito tutte le donne alle lezioni di prova” dice la presidente del Terziario Donna “basta portare scarpe da ginnastica e abbigliamento comodo. Poi chi lo vorrà potrà perfezionare l’iscrizione al corso. E’ un’occasione per migliorare la nostra qualità di vita!”.