Forza Italia su Ospedale San Donato

AREZZO – La sicurezza interna dell’ospedale di San Donato è carente specialmente nelle ore notturne. E’ quanto denuncia oggi il gruppo consiliare di Forza Italia citando le parole di Monica Calamai, direttore generale dell’ospedale, che in una risposta scritta al sindaco Giuseppe Fanfani ammette l’impossibilità di “tenere lontano dalle strutture del nosocomio tutti gli estranei che specie nelle ore notturne intendano penetrarvi, vista la sua notevole superficie ed articolazione”. Fanfani, raggiunto tempo fa da un’interrogazione del consigliere di Forza Italia, Franco Barbagli, aveva sollecitato la Calamai a riferire sulla situazione della sicurezza nella principale struttura sanitaria aretina.

Un sistema di videosorveglianza collegato con la centrale di un istituto di vigilanza privato – scrive tra l’altro Calamai – garantisce la sicurezza in tutti gli accessi ed i percorsi maggiormente sensibili per la tutela di degenti, utenti, visitatori ed operatori sanitari. Questo sistema – che ha rimpiazzato da circa un anno la presenza notturna di vigilantes privati – si è dimostrato più volte efficace nell’individuare gli autori di reati commessi all’interno dell’ospedale. “Ma – precisa la dirigente – nelle ore notturne specialmente invernali i locali meno frequentati o più accessibili vengono presi di mira da persone senza fissa dimora e più in generale estranei che in alcuni casi si sono resi protagonisti di episodi al limite della legalità ed in casi più rari hanno originato atti di vandalismo.”
Per ovviare a questa situazione, conclude Calamai, l’amministrazione di San Donato sta individuando una serie di percorsi da sottoporre ad uno specifico servizio di vigilanza tramite il personale di un istituto privato durante determinate fasce orarie. Tale servizio aggiuntivo sarà attivato quanto prima.