Roggiolani: ‘Le pale eoliche sono belle’

TOSCANA – Roggiolani risponde agli amici del WWF sulla centrale eolica di Monte Ginezzo: "L'eolico nelle ZPS (Zone di Protezione Speciale) non è da bocciare per legge, l'eolico può essere messo anche nei parchi nazionali, contano il luogo e le condizioni paesaggistiche e non semplicemente la tutela. Siamo d'accordo che l'eolico, come ogni altra nuova energia rinnovabile, vada fatto con criterio. E con criterio insisto che le Valutazioni di Impatto Ambientale su Monte Ginezzo e la bocciatura al tar di Scansano sono appunto scriteriate. Monte Ginezzo è un sito eolico praticamente perfetto e se si esclude un sito come quello è evidente che l'eolico in Toscana ce lo scordiamo. Ma perché una comunità locale che desidera un impianto di questo tipo se ne dovrebbe privare? Per le rotte migratorie? Ma sulle rotte migratorie sapete che ci incidono anche i cacciatori e che la devastazione che portano è certo molto superiore a quella delle pale eoliche la cui velocità massima di esercizio rende la collisione davvero difficile a meno che non si creda agli uccelli stupidi e voi sapete bene che così non è.
Ho stima e rispetto oltre che riconoscenza per quello che fate e allora mi permetto da amico di chiedervi di riflettere insieme sulle responsabilità primarie che come ecologisti ci siamo assunti e sul fatto che quelle pale che girano al vento lanciano un segnale bello e rassicurante: che è possibile correggere il declino climatico del pianeta. Gli esseri umani e gli altri animali oltreché gli ecosistemi e la biodiversità ci saranno grati se sapremo assumerci la responsabilità di un futuro ad energia tutta rinnovabile, cambiando anche le nostre abitudini mentali e i simboli di riferimento. Scopriremo allora che le pale sono invadenti ma positive, filiformi e allungate, nel cielo sono belle e amiche. E i nostri amici animali – che non hanno mai imparato a non rimanere vittime di veleni e di pesticidi o a salvarsi di fronte ad una fucilata – sapranno imparare ad evitarle nei loro flussi migratori".