Vaccinazioni antinfluenzali, in Valtiberina è ancora disponibile

AREZZO – L'Azienda Sanitaria ricorda che per la vaccinazione antinfluenzale ci si può rivolgere direttamente al proprio medico di famiglia, ma che è comunque possibile vaccinarsi anche presso i Presidi Sanitari territoriali, con le seguenti modalità:
– ambulatorio vaccinazioni di Sansepolcro: tutti i giorni feriali, dalle 9.30 alle 12.00;
– centro socio sanitario di Anghiari: mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 11.00;
– centro socio sanitario di Pieve Santo Stefano venerdì dalle 12.00 alle 13.00;
– centro socio sanitario di Monterchi, solo sabato 24 novembre, dalle 9.00 alle 10.30.

Si ricorda anche che i vaccini sono gratuiti per tutte le categorie a rischio, e cioè, tutte le persone di età pari o superiore a 65 anni, i bambini di età superiore a 6 mesi e adulti affetti da malattie croniche (apparato respiratorio, cardio-circolatorio), malattie metaboliche (diabete mellito o problemi renali), malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; bambini ed adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, e a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale, donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica; ospiti di strutture sanitarie per lungodegenti, medici e personale sanitario di assistenza, soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, personale che, per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali.
La vaccinazione è inoltre offerta gratuitamente al personale addetto a servizi pubblici di primario interesse collettivo (medici e personale sanitario di assistenza, personale degli asili nido, insegnanti scuole dell’infanzia e dell’obbligo, forze dell'ordine, ecc), ai contatti familiari di soggetti ad alto rischio, al personale che per motivi di lavoro è a contatto con animali che potrebbero essere fonte di infezione da virus influenzali non umani (veterinari, allevatori ecc.).

VACCINAZIONE A DOMICILIO
E’ prevista anche questa possibilità per coloro che non sono in grado di recarsi presso il proprio medico o presso la Usl. Sarà il medico di famiglia in questo caso ad intervenire, su chiamata dell’utente. Analoga soluzione è prevista anche per i pazienti ospiti nelle Residenze Sanitarie Assistite e degli ospedali di Comunità.

ABBINAMENTO CON LA VITAMINA "D" PER PREVENIRE L’OSPEPOROSI E VACCINAZIONE ANTIPNEUMOCOCCICA
Contemporaneamente al vaccino contro l'influenza, sarà distribuita anche una dose di vitamina D per la prevenzione dell'osteoporosi e sarà possibile effettuare anche la vaccinazione antipneumococcica. Ovviamente, riguardo l'opportunità o meno di questa ulteriore vaccinazione, è bene parlarne con il proprio medico di famiglia.