Arieti vittoriosi sul campo del Mugello per 17 a 5

TOSCANA – Sul campo sportivo di Sesto Fiorentino, i ragazzi dell’Arieti Rugby Arezzo hanno battuto il Mugello Rugby per 17 a 5 con una prova di carattere da squadra solida e coraggiosa, contro un avversario tutt’altro che facile.
Gli Arieti affrontano il primo tempo con notevole lucidità di gioco, attenti ad evitare i contropiedi avversari e andando spesso vicini alla meta avversaria, fermati solo dalla sfortuna e da alcune decisioni arbitrali discutibili. Sul finire del primo tempo finalmente il risultato si sblocca e l’ennesima mischia aretina, oggi sempre vittoriosa, porta a meta la terza linea Omizzolo.
Consci dell’opportunità di fare risultato, ma anche di avere di fronte un avversario impegnativo e notevolmente migliorato rispetto al girone di andata dove gli Arieti vinsero per 32 a 12 nonché reduce anche da una bella vittoria domenica scorsa in casa dell’Empoli, i ragazzi del Mister Mazzi propongono nel secondo tempo la medesima azione dinamica e corale, ma con maggiore incisività e pressione sulla palla, rendendo difficile l’azione del Mugello. Il pacchetto di mischia, oggi in formazione tipo grazie anche all’ottimo esordio della seconda linea Infelici, non concede spazi alla compagine avversaria, permettendo anche lo sviluppo di pregevoli azioni della tre quarti, e proprio durante una mischia aretina nella 22 del Mugello, che Avella apre un’ottima palla per il mediano d’apertura Chini che, con una serie di fine, buca la difesa avversaria per la seconda meta aretina.
Ci si attende una reazione dei fiorentini che cercano varie volte di prendere in contropiede gli Arieti, ma la difesa biancorossa è sempre attenda alle ripartenze avversarie e chiude tutti gli spazi. La tre-quarti aretina, oggi assolutamente prolifica di gioco, legge alla lettera lo schieramento avversarie e porta a meta l’ala Madon che, sul finire di partita, va a segno sfruttando un’azione di pregio del proprio reparto, premiando così anche tutto il pacchetto arretrato.
Prima del fischio finale c’è tempo per la meta del Mugello, che sfrutta uno dei tanti contropiedi e buca la difesa aretina.
Il Mugello si è dimostrato comunque un avversario in crescita, fisicamente preparato e con ottimi elementi che possono fare la differenza.
Gli Arieti hanno giocato un’ottima partita, non deludendo le aspettative, giocando sempre con attenzione e concentrazione. La preponderante Testa Dura oggi è servita ad assecondare i schemi dell’allenatore Mazzi, restituendo un gioco dinamico e mai banale. La partita, che potenzialmente poteva essere difficile sul lato psicologico, è stata affrontata con il giusto carisma. Gli Arieti hanno giocato un gran numero di palloni senza mai concedere spazio agli avversari. La mischia aretina è stata un muro insormontabile per il Mugello e la tre quarti biancorossa ha finalmente dimostrato di poter essere incisiva, esibendosi in un gran numero di azioni precise e puntuali. Nel complesso gli aretini stanno crescendo notevolmente a dimostrazione della volontà di portare avanti questo progetto e di dimostrando di aver trovato finalmente una propria identità.

Formazione: Scuderini (Scini), Parati (Perferi 2t),, Tarquini (Salvi G.), Salvi P., Infelici, Cangi E., Omizzolo, Paggini, Avella, Chini, D’Antonio, Severi, Madon, Cangi A., Disilvestro.

Le altre partite: CUS Pisa Rugby – Rufus San Vincenzo 33-7; Montelupo Empoli Rugby – Etruschi Rugby Livorno 5-59; Pro Spezia Rugby – Vasari Rugby Arezzo 69-19; Riposo per Villaggio Rugby Lucca;

Classifica: CUS Pisa 52, Pro Spezia 51, Rufus S. Vincenzo 40, Etruschi 32, Vasari B e Lucca 24, Arieti e Mugello 14, Montelupo Empoli 6.