‘I tesori della terra, minerali e gemme’, dal 9 al 17 agosto

AREZZO – L'esposizione – curata curata dall'Associazione Toscana di Studi Mineralogici – si prefigge di riuscire a trasmettere la passione per questa scienza che tanto si lega alla ai meccanismi intrinseci di trasformazione fisica e chimica del nostro pianeta. Non secondario sarà anche l'approfondimento degli aspetti culturali legati alla mineralogia. Durante l'orario di apertura sarà possibile ammirare i preziosi e rari materiali provenienti da collezioni personali. Saranno esposti campioni di minerali e gemme provenienti da tutto il mondo ed in particolar modo campioni mineralogici e litologici di provenienza toscana che sono stati oggetto di pubblicazioni sulla Rivista Mineralogica Italiana; collezioni di meteoriti; elementi nativi quali oro e argento; gemme, pietre dure ed ornamentali lavorate e grezze. I materiali consistono in campioni di minerali, rocce, gemme taglaiate e pietre dure semilavorate e lavorate.
Sarà inoltre esposta una collezione di lampade a carburo (acetilene) e di attrezzi d'epoca relativi al lavoro in miniera.
Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al signor Roberto Fani, ai numeri 0575 582707 – 339. 1866032, oppure all'ufficio informazioni del Parco Nazionale, la mattina, al numero 0575. 503029. La mostra sarà aperta la mattina dalle dalle 10 alle 12 e 30, il pomeriggio dalle 17 alle 19, 30 e nel dopo cena dalle 21 alle 23.

Descrizione Foto:
Calcite, gruppo di cristalli poligeminati in abito romboedrico di cui il maggiore misura 15 mm. Miniera di Ortano, Rio Marina (LI). Foto di Stefano Bartolozzi, Collezione di Francesco Innocenti.