ICI: definizione agevolata

Nonostante l’avvenuta abolizione dell’Ici sulla prima casa, sussistono ancora per molti contribuenti situazioni da sanare: riguardano in particolare coloro che sono proprietari o hanno altro diritto reale, di uno o più fabbricati non accatastati o per i quali sussistano situazioni di fatto non più coerenti con i classamenti catastali per intervenute variazioni edilizie o cambi di destinazione d’uso alla data del 31 dicembre 2007. Per tutti i cittadini che ricadono in tali fattispecie, nel corso del 2008 è consentito sanare la propria posizione avvalendosi della cosiddetta “definizione agevolata”.
Il contribuente dovrà presentare agli sportelli dell’Agenzia del Territorio, entro il 30 settembre e tramite tecnico abilitato, la richiesta di aggiornamento della rendita catastale con l’indicazione della data a cui far riferire la mancata presentazione della denuncia catastale o della variazione. Per limitare i costi tecnici della variazione catastale il Comune ha stipulato un protocollo d’intesa con i collegi dei Geometri e dei Periti Edili e gli ordini degli Architetti e degli Ingegneri, in base al quale la verifica iniziale sarà gratuita e le tariffe, in caso di necessità di intervento in catasto, saranno ridotte.
Entro il 30 ottobre, dovrà poi essere effettuato il versamento dell’imposta relativa agli immobili oggetto di definizione agevolata per le annualità da sanare con l’applicazione dell’aliquota relativa al tipo di utilizzo dell’immobile prevista per ciascun anno di riferimento, senza aggiunta di sanzioni e interessi. Sempre entro il 30 ottobre, il cittadino è tenuto a presentare presso lo Sportello Polivalente del Comune di Arezzo, nel loggiato a piano terra di Palazzo Comunale, o direttamente all’Ufficio Tributi o mediante spedizione per posta raccomandata, istanza di definizione agevolata secondo il modello predisposto e con la necessaria documentazione allegata. Per i fabbricati oggetto di definizione agevolata il versamento dell’imposta dovuta per l’intero anno 2008 potrà essere effettuato dal 1 al 16 dicembre 2008.
Per il modello e la documentazione, scaricabili altresì dal sito del Comune di Arezzo (www.comune.arezzo.it), nonché per ogni informazione, è possibile contattare l’Ufficio Tributi, in Piazza San Francesco 18, ai numeri telefonici 0575/377749 – 377784 – 377746 o recandovisi nel seguente orario di ricevimento: fino al 31 agosto dal lunedì al venerdì, solo al mattino dalle 8.30 alle 13, dal primo settembre anche nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle 15.15 alle 17.45.