L’Eutelia centra la quarta vittoria consecutiva

ITALIA – La SBA ha calato il poker centrando la quarta vittoria consecutiva in altrettante gare del girone di ritorno, segno che la cura Friso sta sortendo i suoi effetti e che i ragazzi in amaranto stanno probabilmente trovando quella compattezza e quella determinazione che più volte erano sembrate assenti nel corso della prima parte della stagione. Così dopo Gualdo, Stella Azzurra, Castelfiorentino e Olbia arriva per la Scuola Basket Arezza il momento della prova del nove; questo sabato 16 febbraio infatti sarà di scena sul parquet di Genova, formazione ambiziosa e che occupa solitariamente la seconda posizione in classifica. I genovesi della coppia Passiatore/Brignoli salvo il passo falso esterno con la capolista Cagliari, hanno ottenuto tre vittorie e sono una delle squadre più in forma del momento, inoltre i fratelli Fertonani, proprietari della squadra, si sono regalati per Natale le gesta di Gionata Zampolli, guardia nata nel 1985 e reduce insieme al nostro Radaelli della cavalcata promozione di Vado Ligure la stagione scorsa. Con Zampolli i biancoblù della lanterna hanno una freccia in più al loro arco e considerata la ricchezza della faretra dalla quale attingono Brignoli e Passiatore, stiamo parlando di una sicura contendente alla promozione. Le soluzioni tattiche infatti per la formazione genovese sono svariate considerato anche il rientro da un brutto infortunio di capitan Del Sorbo, gli esterni hanno tra le mani molti punti, per cui Elia,Giuffrida, Mugnai, Rossi e Lenardon avranno il loro bel da fare in difesa, Mossi e Zampolli dotati sia un ottimo tiro da fuori possono penetrare fin sotto il canestro saranno i sorvegliati speciali, ma non vanno certo dimenticati o sottovalutati i vari Cei, Gaido e Del Sorbo che se lasciati soli possono fare molto male (ovviamente in senso sportivamente figurato) agli aretini. La forza di Genova comunque non finisce qui, già perchè sotto canestro bisgona fare i conti con Stefano Rusconi, vero totem e miglior rimbalzista del girone, il quale non ha certo bisogno di ulteriori presentazioni, nonostante il passato glorioso e i quarantanni da compiere ad ottobre non ha perso la voglia di vincere e di giocare, come dimostrano i suoi numeri di tutto rispetto. Altri punti di forza con i quli dovrenno scontrarsi i nostri Marconato, Cappanni e Radaelli sono Lorenzo Ceper, triestino di scuola e genovese d'azione è un'arma tattica a doppio taglio, capace di andare via in palleggio può ricoprire entrambi i ruoli di ala già all'andata fu un'incognita per la nostra difesa. Chiude il cerchio Daniele Ganguzza, lungo atipico capace di tirare dalla distanza sarà un altro grattacapo per Coach Friso, che in questa settimana lavorerà con l'obbiettivo di limitare al massimo le iniziative genovesi in modo da proseguire la rincorsa alla migliore posizione per affrontare i playoff. Con tutta la rosa al completo il Coach padovano potrà contare sull'apporto dei suoi con un Mugnai che sembra essersi ritrovato anche in attacco e con un Cappanni in formissima, pronto a "fare a sportellate" con Rusconi, ci sono quindi tutti i presupposti per recarsi a Genova con determinazione e tornare con altri due punti.