Home Attualità Economia Cina, opportunità per i giovani

Cina, opportunità per i giovani

0
Cina, opportunità per i giovani

Comune, Provincia e Camera di Commercio di Arezzo, Università degli Studi e Associazione Culturale Sinaforum organizzano un viaggio di formazione in Cina per giovani tra i 18 e i 35 anni.
“Si tratta di un’eccezionale opportunità – ha sottolineato l’assessore comunale Lucia De Robertis. Un mondo nuovo da conoscere non solo a livello culturale ma anche per aprire nuove strade ai rapporti economici e commerciali. Comune, Provincia e Camera di Commercio sosterranno questa iniziativa contribuendo a ridurre il costo della trasferta a Shangai”. Ha aggiunto l’assessore provinciale Alessandra Dori: “non si tratta, ovviamente, di imparare la lingua cinese ma di avere un approccio con la cultura, gli usi ed i costuni di un popolo molto diverso dal nostro. Ed i contatti di questo tipo sono quelli indispensabili per proseguire sulla strada dei rapporti economici”. Sui quali si è soffermato il Presidente della Camera di Commercio, Giovanni Tricca: “l’idea di questo progetto è nata dopo la visita ad Arezzo dell’ambasciatore italiano a Pechino. Adesso stiamo lavorando per una missione di imprenditori toscani in Cina”.

Economia e cultura si fondono, quindi, in questo progetto per i giovani aretini: “la nostra facoltà – ha sottolineato il Preside Camillo Brezzi – si è dichiarata disponibile anche perché da alcuni anni ha attivato un corso di lingua cinese. Condivido la decisione degli enti locali di aprire il bando non solo ai giovani residenti in provincia di Arezzo ma, comunque, anche gli iscritti alla nostra facoltà”.

Emiliano Cecchini, assessore comunale all’innovazione, ha già fatto nel 2004 questa stessa esperienza: “appena sono diventato Assessore mi è tornata in mente questa mia esperienza che tanti sviluppi ha avuto nella mia vita. Ecco, quindi, la sua riproposizione ai giovani aretini sperando che possa essere utile culturalmente ed economicamente per uscire dalla crisi che ci logora. Obiettivo del corso: lo studio della lingua finalizzato all’attività professionale e quindi con particolare attenzione agli usi, alle consuetudini, ai costumi e alla cultura cinese. A Shanghai non si impara solo la lingua cinese ma soprattutto il “parlato” di tutti i giorni dei cinesi e si ha una forte esperienza della globalizzazione economica”.

Il viaggio di formazione è rivolto ad un massimo di venti giovani, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti nel territorio della Provincia di Arezzo, o non residenti in Provincia di Arezzo, purchè iscritti all’Università degli Studi di Siena, sede di Arezzo.

I giovani ammessi al “Viaggio di formazione in Cina” avranno l’opportunità, durante le tre settimane di permanenza prevista, di seguire un corso di lingua cinese, unitamente a lezioni di economia e di marketing cinese e di visitare i maggiori luoghi di interesse artistico e storico del Paese.

Il costo individuale di partecipazione è di 2.230 euro dal quale va detratta la quota di 600 euro per ciascun iscritto erogate dal Comune di Arezzo, dalla Provincia di Arezzo e dalla Camera di Commercio di Arezzo. Pertanto, la quota individuale a carico dei partecipanti ammonta a 1.630 euro.

Per qualsiasi informazione e chiarimenti sull’organizzazione del viaggio di formazione rivolgersi a:
SINAFORUM – Italian Association for Development – Cultural Exchanges between Chine & Europe – Viale Tito Livio, 179 – 00136 Roma (Italia) – Tel. +39 06 39740159 Fax +39 06 39038826 www.sinaforum.com email: [email protected]
Le domande di partecipazione, redatte in carta semplice, complete dei dati relativi al richiedente (specificare nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo completo di residenza, numero di telefono ed eventuale indirizzo e.mail, oltre che dell’eventuale autocertificazione relativa all’iscrizione ai corsi universitari sopraindicati tenuti presso l’Università degli Studi di Siena sede di Arezzo), dovranno pervenire, in busta chiusa, entro e non oltre il giorno 20 aprile 2009 ore 12.00 al seguente indirizzo:
Comune di Arezzo, Ufficio Protocollo, Piazza della Libertà, 1 – 52100 Arezzo.