Maternità, una sentenza riconosce al papà il congedo di cinque mesi

FIRENZE – Anche il padre ha diritto al congedo per maternita' per tutti i cinque mesi cui ha diritto la madre. Lo ha stabilito il presidente della sezione lavoro del tribunale di Firenze Giampaolo Muntoni, decidendo sul ricorso presentato contro l'Inps da un lavoratore dipendente, sposato con una libera professionista e padre di una bimba.

Il giudice, come riportano alcuni quotidiani locali, ha condannato l'Istituto di previdenza a versare un'indennita' di maternita' pari all'80% della retribuzione, calcolata sulla durata dei cinque mesi di astensione obbligatoria per maternita', previsti per la madre, oltre ai 15 giorni per la nascita prematura della piccola. Si tratta della prima sentenza in Italia che riconosce il diritto autonomo del padre a ottenere l'intero periodo di astensione obbligatoria previsto dal Testo Unico 151/2001.

La bambina era nata il 28 agosto 2007 con quindici giorni di anticipo rispetto alla data prevista. La mamma, gia' afflitta da una grave malattia, non chiede l'indennita'. E' il padre, invece, a sollecitare il congedo retribuito. Ma l'Inps concede l'indennita' al babbo solo per i tre mesi successivi alla nascita della figlia. Il giudice ha accolto invece il ricorso della famiglia, riconoscendo al papa' cinque mesi, di cui due precedenti al parto e tre successivi.

Articlolo scritto da: Adnkronos